Triestina, Bonatti: "Sarà una partita sporca, mi aspetto più convinzione"

07.10.2022 16:40 di Marco Pieracci Twitter:    vedi letture
Triestina, Bonatti: "Sarà una partita sporca, mi aspetto più convinzione"
TMW/TuttoC.com
© foto di Dario Fico/TuttoSalernitana.com

Alla vigilia della partenza per il ritiro di Sesto San Giovanni, propeduetico alla sfida contro la Pro Sesto, è intervenuto in conferenza stampa l'allenatore della Triestina Andrea Bonatti: "Che sia un bene uscire dalla Coppa Italia forse no, perché la nostra volontà è quella di andare sempre in campo per vincere. Volevamo coinvolgere giocatori che non erano stati troppo impegnati in precedenza, alcuni di loro si sono anche disimpegnati bene. Chiaro che uscire toglie impegni e aumenta quindi la gestione a livello di energie, sicuramente però dispiace essere usciti dopo aver secondo me fatto una buona partita. Negli episodi non siamo stati particolarmente fortunati, avendo creato tante occasioni da gol. Le risposte avute da chi fin qui aveva giocato meno sono però un aspetto importante, anche in chiave rotazioni future. Non guardo al doppio turno casalingo che verrà, guardo a breve termine quindi alla partita di Sesto San Giovanni. Mi aspetto una gara convinta, adattandosi a un terreno dove credo di gioco non ce ne sarà molto. Dobbiamo avere la forza di prenderci qualcosa in più sotto tutti gli aspetti. Una squadra che ha dimostrato di avere grande carattere e di avere la forza di cambiare le partite. Dobbiamo trovare maggiore equilibrio, perché il voler andare a caccia del risultato ci ha portato a spezzarli, questi equilibri. L'obiettivo è mantenere sia un livello di produzione offensiva come nelle ultime tre gare, sia l'equilibrio mostrato nelle prime partite. Non credo in fortuna e sfortuna, credo nell'energia positiva di andare a prendersi il risultato e di far girare gli eventi a nostro favore. Non possiamo spezzare spesso la squadra, perché non abbiamo ancora un'intensità di gioco sufficiente per far fronte a quel tipo di situazione. E' sì un percorso, ma dobbiamo crescere velocemente, si fanno analisi su tutto e su tutto dobbiamo crescere. Oggi, non domani".