Chironi & Giacomel, i gemelli in prestito della porta della Virtus Verona

25.04.2019 07:00 di Sebastian Donzella Twitter:    Vedi letture
Alessandro Giacomel
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Alessandro Giacomel

Sono mille le particolarità di una squadra come la Virtus Verona. A cominciare dal fatto che è l'unica terza squadra professionistica di una città, continuando poi con l'essere l'unico club a unire le cariche di presidente e allenatore nella persona di Gigi Fresco. Quello rossoblù, inoltre, è l'unico team che non ha un titolare in porta e un dodicesimo. Perché, tra i pali, ha alternato ben tre portieri in questa stagione. Una scelta precisa da parte del tecnico, che ha scelto di far ruotare tutti i suoi guardiapali. A cominciare da Sibi Sheikh, arrivato su un barcone e diventato uno degli eroi promozione nella passata annata.

Continuando poi con Gianmarco Chironi e Alessandro Giacomel, entrambi arrivato in prestito quest'estate. Il primo dal Lecce, il secondo dall'Empoli. Il primo classe '97, il secondo classe '98. Tredici presenze il primo, sedici il secondo. Tutti e due oltre i mille minuti in campo. E tutti e due con una curiosa statistica: metà dei rigori avversari parati. Quattro tiri verso la porta di Chironi, di cui due parati contro Sudtirol e Albinoleffe. Due conclusioni dagli undici metri, una respinta contro la Feralpisalò.

Una, però, sarà la grande differenza nella prossima stagione. I classe '97, infatti, non verranno più considerati under, a differenza dei classe '98. Chironi, dunque, entrerà ufficialmente nel mondo dei "grandi" mentre Giacomel potrà ancora sfruttare lo status di giovane ancora per un'annata. 

Curioso, comunque, sottolineare come sia stato solamente uno il portiere in prestito da club di serie superiori a superare le 20 presenze nell'attuale Girone B: si tratta di Mouhamadou Sarr, classe '97, passato temporaneamente dal Bologna al Fano. Un compito non facilissimo, tra alti e bassi, visto che i marchigiani occupano l'ultimo posto in graduatoria. Da segnalare, in chiusura, anche un altro guardiapali in prestito attualmente titolare. Non un giovane, però, visto che si tratta dell'esperto Michele Nardi, passato a gennaio dal Parma al Sudtirol. Un affare sui generis che, con la limitazione a sei prestiti, potrebbe non ripetersi così facilmente.