Gubbio, furia-Guidi verso la stampa: “Forse vi aspettate il Barcellona…”

15.09.2019 20:05 di Anna Catastini   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Gubbio, furia-Guidi verso la stampa: “Forse vi aspettate il Barcellona…”

Federico Guidi, allenatore del Gubbio, interviene in sala stampa dopo l’1-1 con cui la sua squadra ha impattato al “Barbetti” con il Fano di Fontana: “Credo che il Gubbio abbia fatto meglio nel primo tempo e che il Fano sia stato superiore nel secondo tempo. Il risultato è un pareggio che alla fine può dirsi giusto perché le due supremazie sono state evidenti. Se poi si vuole cercare un pretesto per scrivere cose non vere, allora andiamo a cercarle insieme. Nella prima frazione sono state vanificate da parte nostra occasioni clamorose, anche nella rifinitura, che ci avrebbero messo in condizione di superiorità. Nella ripresa sono calati i nostri uomini chiave, anche dal punto di vista fisico, il Fano è rientrato in partita e ha pareggiato meritatamente”.

Poi Guidi perde la pazienza nei confronti della stampa: “Me lo avevano detto, non ci volevo credere, ma è proprio così. Nel momento in cui la società cambia 17 giocatori e rifonda l’organico, dopo un mese e mezzo voi pretendete che il Gubbio riesca a vincere tutte le partite. L’obiettivo dichiarato di questa squadra è arrivare alla salvezza e negli ultimi due anni la salvezza è arrivata all’ultima giornata, all’ultimo minuto. E qui si pretende che con 17 giocatori nuovi, ci siano 12 punti in classifica. Invece abbiamo 3 pareggi ed un’ottima partita giocata a Trieste. Io penso che forse vengono contestualizzate poco le situazioni e che si voglia troppo poco bene al Gubbio. La stampa vende parole che veicolano i nostri tifosi. Ho sentito i tifosi del Fano che vanno ad applaudire la squadra dopo il pareggio di oggi e dopo il 6-1 subito a Padova. Da noi invece si parla di “rivoluzione”, “crocevia”, ma di che stiamo parlando? Dopo 3 pareggi e una sconfitta a Trieste immeritata. Ci sono chiaramente degli errori, ma questi ragazzi non hanno mai mollato e si deve vedere il bicchiere mezzo pieno, altrimenti i ragazzi vengono affossati. Continuate a fare questo lavoro, ed io vi continuerò a rispondere così. Ma non dimentichiamo che siamo la squadra più giovane del campionato. Se poi avete in mente il Barcellona che fa 90 minuti di possesso palla, avete sparametrato la realtà. Io sono molto lucido a fine partita, quindi accetto le critiche sul secondo tempo, ma nel primo il Gubbio ha dominato la partita”.