Padova, Madonna: "Il peggio è passato, vedo la luce in fondo al tunnel"

15.03.2018 11:00 di Valeria Debbia Twitter:   articolo letto 257 volte
Nicola Madonna
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com
Nicola Madonna

Sono passati quasi quattro mesi dal terribile infortunio occorso a Nicola Madonna, terzino del Padova: un crac al ginocchio nel primo tempo del match contro la Triestina che ha fatto perdere ai biancoscudati uno dei pilastri della squadra. Il giocatore è tornato da martedì a lavorare alla Guizza, anche se per il rientro in campo la strada è ancora lunga: "Non escludo di poterlo fare, lo vedremo strada facendo — sorride, come raccolto dai colleghi del Corriere del Veneto  anche se la priorità rimane quella di guarire e prepararmi al meglio per la prossima stagione. È durissima stare fuori, soprattutto la cosa che mi ha fatto più male è stata l’essere lontano dallo spogliatoio. Adesso che sono tornato alla Guizza è già diverso, vedo la luce in fondo al tunnel. Il peggio è passato".

Non è stato il primo infortunio al ginocchio della carriera di Madonna: "Mi ero rotto l’altro nel 2010, quando vestivo la maglia del Vicenza — ricorda — ma rispetto a otto anni fa sono cambiate tante cose. Adesso la riabilitazione è più veloce. Ho trascorso i primi due mesi a Monselice in una struttura specializzata, poi a Bergamo, da un vecchio amico che in queste cose è una garanzia. Ora rieccomi qui, a a fare il tifo per la promozione dei miei compagni. Li ho lasciati che eravamo primi in classifica e lo sono ancora, con un vantaggio importante da difendere da qui alla fine del campionato".