Tifosi del Matelica in rivolta: "Traditi dal mecenate e da un sindaco zerbino"

23.06.2021 13:30 di Matteo Ferri   Vedi letture
Tifosi del Matelica in rivolta: "Traditi dal mecenate e da un sindaco zerbino"
© foto di Matteo Ferri

Il progetto Ancona-Matelica non va giù ai tifosi matelicesi, che in questi giorni hanno affisso in città diversi volantini in cui si attaccano sia il presidente Mauro Canil che l'amministrazione comunale guidata dal sindaco Massimo Baldini. Il Corriere Adriatico riporta il testo scritto dal collettivo CBRM 1989: "15 giugno 2021, dopo 100 anni di storia, dopo quattro generazioni di tifosi, muore l'SS Matelica. Tradita dal "mecenate" che si definiva il primo matelicese, poi diventato maceratese e con un'incredibile magia, anconetano. Facciamo i complimenti alla giunta comunale e al sindaco, che da bravi zerbini non hanno detto una parola su questo argomento, se non a giochi fatti e dichiarando di essere grati. Grati per cosa? Per essere spariti? Caro sindaco, le ricordiamo che lei rappresenta tutti i cittadini e non solo il più ricco. Abbiamo solo una richiesta: levate almeno quell'obbrobrio autocelebrativo che avete messo a Braccano (sicuramente a casa loro farà un figurone) e sostituitelo con qualcosa che rappresenti i nostri 100 anni di storia.
L'SS Matelica non morirà mai".