Top & Flop di Arzignano-Piacenza

25.08.2019 17:40 di Valentino Bonetti   Vedi letture
Colombo (all. Arzignano)
Colombo (all. Arzignano)

Non va oltre lo 0 a 0 il Piacenza alla prima uscita in campionato. I biancorossi sono stati bloccati dalla matricola Arzignano al “Romeo Menti” di Vicenza in una gara giocata su di un terreno di gioco in condizioni pessime e caratterizzata da gran caldo e umidità. La squadra di Franzini ha costruito davvero poco nell'arco del match, ma può recriminare per il rigore fallito da Paponi all'89'. Buona, invece, la prova della squadra di Alberto Colombo, che centra il primo punto tra i professionisti ed inizia questa nuova stagione con una prestazione confortante. La gara è stata combattuta ma comunque avara di emozioni, nel primo tempo sono stai i padroni di casa ad essere più intraprendenti, mentre nella ripresa il Piacenza ha alzato il baricentro e si è reso pericoloso con alcune sortite offensive, su tutte un gran tiro di Nicco al 61' messo in corner da Tosi ma, rigore fallito a parte, il nuovo 4-3-1-2 del tecnico di Vernasca appare ancora lontano dall'essere assimilato dalla squadra. Ecco Top & Flop della gara appena conclusa:

TOP:

Lo spirito dell'Arzignano: pronti-via e la squadra di Colombo mette subito in chiaro di non voler recitare il ruolo di vittima sacrificale e prova ad attaccare un Piacenza ancora lontano dalla creatura che probabilmente Franzini ha in mente. Un tocco di mano ad un minuto dal 90' potrebbe complicare il pomeriggio ma ci pensa un grande Tosi a mantenere la porta inviolata. SORPRENDENTI

Nessuno nel Piacenza: in gare come questa, quando la condizione fisica non è ancora al top ed i meccanismi non ancora perfezionati, contro squadre motivatissime, serve far valere la maggiore qualità, ma la squadra di Franzini non riesce mai ad innescare Cacia e Paponi e così inizia il campionato con l'amaro in bocca. IMBRIGLIATI

FLOP:

Nessuno nell'Arzignano: impossibile trovare un giocatore dell'Arzignano che oggi non abbia dato il 101%. L'avversario era di spessore, il campo pessimo, le condizioni climatiche non adatte per giocare a calcio, ma i ragazzi di Colombo hanno gettato il cuore oltre l'ostacolo dimostrando di non voler recitare il ruolo di vittima sacrificale. AVANTI COSI'

Daniele Paponi (Piacenza): l'attaccante paga per tutti per il rigore fallito che poteva regalare i tre punti in un pomeriggio storto, ma è tutta la squadra di Franzini oggi ad offrire una prestazione sotto la sufficienza. Si salva il solo Nicco, anche autore di un paio di conclusioni pericolose. BOCCIATI