Top & Flop di Modena-Gubbio

24.01.2021 15:20 di Stefano Scarpetti   Vedi letture
Alberto Spagnoli TOP Modena
TMW/TuttoC.com
Alberto Spagnoli TOP Modena
© foto di Francesco Di Leonforte/TuttoCesena.it

Si è chiuso il lunch-match della 20^ giornata del girone B, in programma al "Braglia" fra Modena e Gubbio: 2-0 il finale maturato in favore degli emiliani. Successo che ha consentito ai "canarini" di riscattare immediatamente la sconfitta di una settimana fa contro la Virtus Verona, riportandosi per il momento in testa alla classifica da sola, in attesa di sapere cosa farà il Sudtirol al "Druso" contro il Ravenna. In ogni caso la prestazione della truppa guidata da Michele Mignani è un segnale preciso al campionato, chi nutre ambizioni di primato dovrà fare i conti con loro. Squadra solida, compatta e completa in tutti i reparti, ad una difesa quasi impenetrabile (la prima in italia) unisce un gioco divertente e allo stesso tempo efficace. Sull'altra sponda gli umbri si sono fatti apprezzare per la freschezza e personalità mostrata nella prima parte, non riuscendo a rispondere ai colpi messi a segno dal Modena uscendo sconfitti a testa alta. In cronaca, i padroni di casa dovevano rinunciare allo squalificato Mignanelli schierando Varutti a sinistra. In mezzo al campo recupero fondamentale quello di Gerli e Castiglia supportato dal fosforo di Prezioso. Sulla trequarti Sodinha vinceva il ballottaggio con Tulissi, mentre erano ancora Scappini e Spagnoli in avanti. Modulo speculare per il Gubbio in campo con il 4-3-1-2, con Munoz schierato a destra portando allo spostamento di Formiconi sulla corsia opposta. In mezzo al campo spazio a Malaccari, Serena ed Oukhadda mentre Sainz Maza affiancava Pasquato e Gomez in attacco. Gli emiliani partono forte in avvio, manovra avvolgente in ampiezza chiamando in causa l'inserimento puntuale dei terzini, gli ospiti non stanno a guardare e si rendono pericolosi in due occasioni con Sainz Maza: al 6' su manda sull'esterno della rete su assist di Formiconi, a distanza di 60'' su traversone di Malaccari in piena area si produce in un colpo di testa in tuffo disinnescato da Gagno. Reagisce il Modena, alla prima occasione al 25' arriva la rete del vantaggio: Gerli gestisce palla pensa al tiro dalla lunga distanza, trova nello spazio in verticale l'ottimo inserimento a "fari spenti" di Castiglia che si incunea al limite dell'area pescando l'ottimo movimento di Spagnoli, controllo e destro esplosivo che non lascia scampo a Cucchietti. Prova a rispondere il Gubbio, ma nonostante i cambi effettuati nella ripresa non riesce a trovare spazi nell'organizzata retroguardia avversaria. Il Modena fa possesso palla elegante ed fruttuoso: al quarto d'ora arriva il raddoppio in seguito di una azione congeniata da Spagnoli per Sodinha, il quale con un suggerimento "visionario" trova Prezioso in area, il suo destro da posizione defilata va a morire all'angolo opposto. Gli eugubini hanno il merito di non mollare, provandoci con il destro scagliato da Sainz Maza sopra la traversa e Pellegrini su cross sempre dello spagnolo, il suo colpo di testa viene salvato da Bearzotti. I padroni di casa non stanno a guardare, sfiorando la terza rete in tre occasioni:i neo entrati Davì e Monachello non trovano la palla a due passi da Cucchietti, poi il portiere dice no a Castiglia. Vediamo i migliori e i peggiori del match

TOP

Alberto Spagnoli (Modena): passa in una settimana dalla parte meno ambita della nostra rubrica a quella più ricercata. Fornisce una prestazione davvero eccellente, non solo per il gol - peraltro di ottima fattura per coordinazione e precisione - partecipa al gioco della squadra facendo il "diavolo a quattro" nella metà campo avversaria. RIVITALIZZATO

Miguel Angel Lopez Sainz Maza (Gubbio): lo spagnolo è sicuramente il più vivace e continuo dei suoi. Si procura due occasioni in avvio, sulla seconda trova l'opposizione di Gagno. Anche quando la partita sembra compromessa ce la mette tutta per riaprire la gara entrando in tutte le azioni della compagine eugubina. FRIZZANTE

FLOP

Stefano Scappini (Modena): non riesce ad incidere il bomber degli emiliani. Non gli manca la volontà e l'abnegazione, cerca il dialogo con i compagni ma fatica ad essere incisivo nell'area avversaria, arrivando in ritardo sui difensori eugubini senza costruire occasioni da rete. INCERTO

Cristian Pasquato (Gubbio): nella prima parte della partita si fa vedere partecipando alla manovra, anche se tutto sommato il suo contributo nell'economia del gioco offensivo della truppa di Torrente è limitato. Si scontra frequentemente con il muro difensivo della compagine gialloblù. POLVERI BAGNATE