Top & Flop di Sestri Levante-Spal

03.03.2024 19:00 di Cesare Masutti   vedi letture
Tomi Petrovic (Top Spal)
TMW/TuttoC.com
Tomi Petrovic (Top Spal)

Vittoria fondamentale della Spal che, al Silvio Piola di Vercelli, batte in rimonta per 3 a 2 il Sestri Levante, grazie al gol di Maistro e alla doppietta di Petrovic. I liguri erano passati a condurre la gara grazie alla rete di Sandri e poi sul finale hanno accorciato dal dischetto con Forte. I ferraresi, grazie a questo successo, escono dalla zona play-out e mantengono un'imbattibilità che dura da 5 giornate. Continua invece il momento no del Sestri Levante, alla quarta sconfitta consecutiva e sempre più inchiodato nella zona bassa della classifica.

Pronti via, e subito la Spal sfiora il vantaggio: Antenucci serve splendidamente Rabbi che calcia ma trova l’ottima risposta di Anacoura. La risposta dei liguri è affidata a Parlanti che al 4’ di testa non inquadra la porta. I ritmi sono alti fin dalle prime battute: al 5’ Dalmonte chiude la triangolazione con Antenucci ma il suo diagonale si spegne a lato. Al 10’ sono ancora i ferraresi a rendersi pericolosi: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Rabbi colpisce di testa, con il pallone che termina alto. L’occasione più ghiotta però arriva al 24’: Maistro, su punizione, calcia direttamente in porta, con Anacoura che respinge come può; il pallone resta lì ma Rabbi da due passi calcia fuori. Al 34’ arriva l’episodio chiave: il Sestri Levante resta infatti in 10 per l’espulsione di Regini, che stende Antenucci lanciato a rete. La Spal prova subito a sfruttare la superiorità numerica con Contiliano, il quale calcia da fuori ma trova la risposta di Anacoura. Al 41’ però, a sbloccare la gara, sono i liguri: Sandri calcia da fuori e, complice una deviazione di Peda, beffa incredibilmente Galeotti. La reazione ferrarese è veemente: prima Contiliano manda il pallone di poco a lato, poi da due passi Antenucci spreca malamente.

Nella ripresa, gli ospiti partono a spron battuto. Al 52’ Forte non sfrutta un’azione corale dei suoi, strozzando troppo la conclusione. Al 60’ Antenucci si mette in proprio e incrocia il tiro, sfiorando il palo. Prove generali del gol che arriva al 66’: show di Maistro che entra in area, nasconde il pallone a tre avversari e fulmina Anacoura con una conclusione precisa. Il classe 98’ ci prova anche da fuori al 70’, ma il suo bolide fa la barba al palo. Al 72’ i padroni di casa vanno vicinissimi al nuovo vantaggio: la conclusione di Forte però si stampa sulla traversa. I due tecnici ricorrono ai cambi che, soprattutto sul fronte ferrarese, risultato fondamentali: al 79’ infatti Siligardi fa un passaggio illuminante per Tripaldelli, l’esterno a sua volta mette il pallone in mezzo per Petrovic che non sbaglia e porta i suoi in vantaggio. La reazione ligure non c’è e anzi arriva anche il tris degli uomini di Di Carlo: Zilli serve un pallone al bacio per Petrovic che ancora una volta batte Anacoura. Nell’ultimo minuto di gioco i liguri accorciano grazie al rigore trasformato da Forte. É l’ultima emozione di una gara vivace.

Vediamo ora i Top & Flop della gara:

TOP

SANDRI (SESTRI LEVANTE): sempre nel vivo delle azioni, il centrocampista offre una prestazione di assoluto livello, dimostrando grinta, cuore e polmoni. Trova il gol del vantaggio con un pizzico di fortuna. Ma la fortuna bisogna anche cercarla e lui ci mette tutto se stesso per farlo. VIVACE

PETROVIC-MAISTRO (SPAL): l’attaccante entra a gara in corso e realizza una doppietta fondamentale che permette alla squadra di ottenere una vittoria preziosissima. Si fa trovare al posto giusto e al momento giusto. Nota di merito anche per l’esterno, che è stato una continua spina nel fianco della difesa ligure. Tanti gli spunti in velocità e i palloni toccati, culminati con la splendida rete del pareggio. SPETTACOLARI

FLOP

REGINI (SESTRI LEVANTE): lascia nel primo tempo i suoi in 10, mettendo la gara completamente in salita per i liguri. Nell’occasione si fa sfilare con troppa facilità da Antenucci, che lo brucia in velocità e lo costringe al fallo da ultimo uomo. INGENUO

RABBI (SPAL): si divora il gol nel primo tempo almeno in due occasioni. La più incredibile gli capita al 24’, ma con la porta sguarnita calcia a lato. Uno sbaglio non da attaccante. POLVERI BAGNATE