Vicenza, Bruscagin: "Felice per il gol, la fortuna aiuta gli audaci"

21.10.2019 16:10 di Marco Pieracci   Vedi letture
Matteo Bruscagin
© foto di Federico Gaetano
Matteo Bruscagin

Match winner contro la Reggiana, Matteo Bruscagin commenta il successo che permette al Vicenza di avvicinarsi alla vetta: "Nel gol il mio obiettivo era calciare per finire l’azione ed evitare l’uomo che arrivava in pressione, poi la palla è finita lì, ben venga. La fortuna aiuta gli audaci, questo è il mio 5° gol in carriera e ne sono molto contento. E’ stata una partita giocata e affrontata bene, abbiamo sofferto quando c’era da soffrire, abbiamo giocato di squadra. Dopo la sconfitta di Piacenza abbiamo fatto ancora più gruppo di prima e la vittoria di oggi non può che dare tanto morale, sia per la classifica, anche se non era per nulla scandalosa anche prima, ma soprattutto perché abbiamo battuto una squadra molto forte. Il loro modo di giocare porta le squadre avversarie ad abbassarsi molto perché tengono i quarti di centrocampo molto larghi e cercano sempre di fare superiorità numerica sulle fasce, da questo punto di vista siamo stati bravi, perché a parte il palo iniziale non abbiamo rischiato mai pericoli grossissimi. Poi il mister è stato bravo a leggere la partita capendo che forse era il caso di cambiare e nel secondo tempo ci siamo messi a 5. Abbiamo fatto una gara intelligente e di gruppo perciò siamo soddisfatti. Rispetto a Piacenza c’è stata la voglia di portare a casa il risultato a tutti i costi, siamo stati tutti attenti, sul pezzo, aggressivi per tutti i 93 minuti, in questa categoria prima della qualità bisogna metterci la voglia e la cattiveria. Avevo fatto il quinto sia a Latina che a Venezia con Inzaghi, è un ruolo che conosco e all’occorrenza lo posso ricoprire tranquillamente. Adesso ci aspetta un turno infrasettimanale e dobbiamo ragionare di giornata in giornata, dobbiamo dare il massimo partita per partita. Da parte del gruppo c’è una grande voglia di fare un campionato importante, partita dopo partita vedremo dove riusciamo ad arrivare”.