Avellino, Perinetti: "Mai visti così tanti infortuni. A gennaio non ci pensiamo"

06.12.2023 23:20 di Valeria Debbia Twitter:    vedi letture
Giorgio Perinetti
TMW/TuttoC.com
Giorgio Perinetti

Intervenuto come ospite all'evento organizzato presso lo store ufficiale dell'U.S. Avellino, il responsabile dell'area tecnica Giorgio Perinetti ha spiegato cosa si aspetta dalla squadra nelle ultime partite del 2023, come raccolto dai colleghi di TuttoAvellino: "Quella col Benevento è una partita che dà stimoli particolari, non va neppure preparata. In quanto agli ultimi risultati, con la Turris siamo stati sfortunati. Adesso c'è la possibilità di prepararsi con grande motivazione e con la certezza che possiamo tornare la squadra che siamo stati fino a qualche settimana fa. Gli appannamenti sono fisiologici, in carriera non sono mai stato in squadre con così tanti infortuni. La situazione è difficile, perché c'è chi ha saltato la preparazione e va reinserito in gruppo. Noi siamo quelli di Catania e Caserta, a Benevento dobbiamo andare per rilanciarci.

A gennaio non pensiamo ancora, pensiamo alle partite di spessore che andremo ad affrontare tra campionato e Coppa Italia. Alla luce dei fatti faremo delle considerazioni, ma non voglio pensare che tutto ciò che abbiamo fatto possa essere rivisto, sarei piuttosto sorpreso. Ora dobbiamo concentrarci sulle prossime partite, cercando risposte importanti. Poi a gennaio andremo a rivedere alcune piccole cose. Non dimentichiamoci che c'è stato subito un cambio di modulo, abbiamo iniziato a giocare a 4 in difesa e avremmo bisogno di un altro difensore. Ma prima mi aspetto una risposta della squadra. I calciatori devono capire che sono in una piazza ambiziosa. Abbiamo tutti i valori possibili per ripartire.

La cartina da tornasole della nostra stagione sono i continui infortuni, Sgarbi, che era il più in forma, si è addirittura fatto male a una mano. Russo era tornato e si è rifermato. Ora Varela. Spero che recuperati tutti, possiamo iniziare a mettere a punto ciò che abbiamo pensato in estate. Contro il Giugliano abbiamo fatto bene per 70 minuti e non ci siamo ripresi dopo aver subito il colpo. Non ci siamo presentati a Picerno, ma domenica abbiamo avuto più palle gol di quanto abbiamo vinto le partite. Alla squadra va data fiducia.

Il Benevento ha giocatori che l'anno scorso lottavano per salire in Serie A. Per noi è uno stimolo andare a giocare là, credo che la nostra reazione sarà forte".