Bari, crederci ora è un dovere. La Ternana invece si taglia fuori

17.02.2020 07:00 di Dario Lo Cascio Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Bari, crederci ora è un dovere. La Ternana invece si taglia fuori

Il Catania ferma la capolista Reggina sullo 0-0 e il Bari non sbaglia nel match del "San Nicola". I Galletti regolano il Picerno con un netto 3-0 e rosicchiano altri due punti agli amaranto, ora distanti sei lunghezze. Due partite insomma. E di punti in ballo ce ne sono ancora 36. La squadra di mister Vivarini quindi, oggi più che mai, ha il dovere di credere nella rimonta, sebbene la Reggina abbia già dimostrato di poter mantenere un passo eccezionale e un parziale stop ogni tanto sia fisiologico. Chi invece di fatto oggi può essere considerata fuori dalla rincorsa per il primo posto è la Ternana, che dopo la sconfitta di Reggio Calabria crolla in casa per 0-2 con la Virtus Francavilla. Ora la Reggina è distante dodici punti, davvero troppi, considerando che in mezzo c'è anche il sorprendente Monopoli - 0-3 a Teramo nell'anticipo che causa l'esonero di Tedino - che vuole tenersi stretto almeno il terzo posto. Da sottolineare il successo della Vibonese che vince per 3-2 in extremis sulla Viterbese in una partita scoppiettante e la seconda vittoria consecutiva della Sicula Leonzio, che espugna 0-3 Bisceglie

Sabato
Teramo-Monopoli 0-3

Domenica
Bari-Picerno 3-0
Catanzaro-Casertana 1-1
Avellino-Cavese 0-0
Catania-Reggina 0-0
Potenza-Rende 2-2
Paganese-Rieti 3-1
Bisceglie-Sicula Leonzio 0-1
Ternana-Virtus Francavilla 0-2
Vibonese-Viterbese 3-2