FOCUS TC - Serie C, 15^ giornata: la Top 11 del Girone C

Modulo: 3-3-4
19.11.2019 07:00 di Dario Lo Cascio Twitter:    Vedi letture
Daniele Celiento
© foto di Andrea Rosito
Daniele Celiento

La quindicesima giornata del Girone C di Serie C è caratterizzata purtroppo dalla non disputa del match Rieti-Reggina, con gli amaranto che prenderanno i tre punti con uno 0-3 a tavolino. La Ternana, con l'1-1 di Teramo, perde il secondo posto a favore del Monopoli, che vince 2-1 con il Bisceglie. Bene anche il Bari, 0-1 con la Paganese, e il Potenza, 1-0 alla Vibonese. Successi interni per Casertana, 2-0 all'Avellino, e Catanzaro, 3-0 al Catania. In coda vittoria preziosa del Rende sul Picerno per 1-0. Blitz della Cavese, 0-1 a Viterbo. Sicula Leonzio e Virtus Francavilla si dividono la posta per 1-1. 

Questi i migliori undici della quindicesima giornata del Girone C: 

PORTIERE

Paolo Baiocco (Paganese): nel primo tempo le prende tutte. Suo malgrado nella ripresa sul tiro di Antenucci non può nulla. Ma resta una prestazione maiuscola. 

DIFENSORI

Devis Nossa (Rende): il difensore risolve il match con un gol che vale oro per il Rende, a caccia di preziosi punti salvezza. Un elemento prezioso per il campionato dei biancorossi. 

Daniele Celiento (Catanzaro): grande qualità e quantità come sempre, il gol che sblocca il risultato è la ciliegina di una prova di livello, così come quella di tutta la squadra. 

Alessandro Celli (Ternana): prova grintosa per il difensore rossoverde che corre, pressa, anticipa, sempre con grande intesità per tutto l'arco del match. 

CENTROCAMPISTI

Pedro Costa Ferreira (Teramo): altra grande prova per il centrocampista biancorosso, che segna ancora e guida con sapienza la manovra della squadra di mister Tedino. 

Giuseppe Carriero (Monopoli): terzo centro in campionato per il cuore del centrocampo biancoverde. Rete che vale il meritato secondo posto in classifica. 

Giuseppe Sicurella (Sicula Leonzio): motore nella mediana bianconera, lucido nele ripartenze, spesso ci prova ma non trova la conclusione vincente. Dai suoi piedi parte l'azione per il gol di Lescano. 

ATTACCANTI

Carlos França (Potenza): dopo tanti mesi lontano dal campo, torna nel migliore dei modi. Gol della vittoria a ridosso del triplice fischio. Un ragazzino di quasi quarantanni che ha tutta l'intenzione di continuare a stupire. 

Andrea Russotto (Cavese): momento eccezionale per l'attaccante blufoncé, al terzo gol consecutivo in campionato. Sfrutta un'indecisione della Viterbese e non si fa pregare, scaricando in porta il pallone che vale tre punti. 

Mirco Antenucci (Bari): sornione nel primo tempo, piazza la zampata decisiva che permette ai biancorossi di espugnare Pagani. Doppia cifra in campionato, e non siamo neanche alla fine del girone d'andata. 

Gioele Origlia (Casertana): il giovane attaccate rossoblu è decisivo nel successo sull'Avellino, mettendo lo zampino su entrambe le reti. Il primo, di Starita, arriva sugli sviluppi di un suo tiro, poi fornisce a D'Angelo l'assist del raddoppio. 

ALLENATORE

Gianluca Grassadonia (Catanzaro): dopo un'iniziale fase di transizione, il tecnico giallorosso, subentrato in corsa, sembra aver trovato la quadra al Catanzaro. Un cambio di modulo, il 3-5-2, che dà più compattezza alla squadra, geometrie e l'immancabile grinta. Il successo col Catania non è un caso ed è arrivato grazie anche e soprattutto all'impronta che Grassadonia inizia a dare alla squadra.