Top & Flop di Catania-Rende

08.12.2019 17:25 di Dario Conti   Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Top & Flop di Catania-Rende

Il Catania conferma il suo stato di grazia: al 'Massimino' i rossazzurri vincono di misura sul Rende, grazie al gol dopo sei minuti firmato da Biondi, con un perfetto colpo di testa su assist di Di Molfetta. Buon primo tempo per i rossazzurri che, gol a parte, si avvicinano con più pericolosità negli ultimi metri. Il Rende prova a ripartire, approfittando di qualche errore in disimpegno dei padroni di casa, ma manca la giusta determinazione negli ultimi metri. Nella ripresa la partita si accende, con gli ospiti che cercano il pari: al 61' Mossa colpisce la traversa sugli sviluppi di un corner, cosi come Giannotti e Vitofrancesco, che ci provano senza successo nel finale. Arriva così la seconda vittoria consecutiva per gli etnei, la terza se si considera quella ottenuta in Coppa Italia a Potenza.

Con questo risultato la formazione di Lucarelli conferma i progressi mostrati nelle precedenti partite e sale a 27 punti, con una partita da recuperare mercoledì al 'Torre' di Pagani contro la Paganese. Per il Rende, invece, un ottimo secondo tempo non basta per uscire indenne dal 'Massimino'. La squadra di Tricarico rimane ultima in classifica con 10 punti. Ecco i top e flop del match:

TOP

Biondi (Catania): il giovane sta vivendo una stagione da protagonista. Ritmi impressionanti, la voglia di incidere sul match è tanta e la si vede tutta in occasione dello stacco vincente di testa, che regala una vittoria preziosa alla sua squadra. Un elemento a disposizione di Lucarelli e che sta diventando... FONDAMENTALE. 

Giannotti (Rende): la velocità dell'attaccante spaventa in più di una circostanza la difesa rossazzurra, non eccelsa in alcuni disimpegni, sui quali il Rende con maggiore cattiveria potrebbe approfittarne nel primo tempo. Il classe '99 impressiona comunque e fa la sua figura al 'Massimino'. PROMESSA

FLOP 

Mazzarani (Catania): l'attaccante sbaglia tanto e non è avvolgente nella manovra come al suo solito. Non è un pomeriggio da ricordare per il centrocampista. OPACO.   

Primo tempo (Rende): rispetto ad un primo tempo privo della necessaria cattiveria e determinazione negli ultimi metri, i calabresi propongono le occasioni più nitide nel secondo, in cui sarebbe potuto arrivare tranquillamente il pareggio. Gli attaccanti ospiti non sono abili a sfruttare qualche errore in disimpegno della retroguardia rossazzurra. PECCATO.