Top & Flop di Potenza-Picerno

01.12.2019 23:15 di Pasquale Demarte   Vedi letture
© foto di Salvatore Colucci/TuttoPotenza.com
Top & Flop di Potenza-Picerno

Se lo aggiudica il Potenza il primo derby tra i professionisti con il Picerno. Termina 1-0 al “Viviani” che questa sera ha visto anche una bella cornice di publbico con più di 4 mila presenti e circa 400 sostenitori del Picerno. Primo tempo giocato a grandi ritmi per 35 minuti buoni, poi le due squadre hanno comprensibilemente rallentato. Nel primo tempo registriamo due ghiotte occasioni per il Potenza, ad inzio match, entrambe con due verticalizzazioni perfette, prima con Giosa che da lontano pesca Isgrò che davanti al portiere avversario chiude troppo il tiro e spara a lato. La seconda, dopo un altro bel filtrante di Ferri Marini, per Murano che, sempre a tu per tu con il portiere ospite Pane, si fa ipnotizzare e spara fuori di un niente. Dopo queste due occasioni subite, il Picerno registra meglio la sua difesa e non corre più grossi pericoli. Il Potenza cerca di chiudere nella propria metà campo la squadra di Giacomarro che prova a ripartire in contropide, ma è sempre imprecisa nel passaggio finale. Secondi tempo che, invece, comincia sotto una nuova stella per il Picerno, che si rende subito pericoloso con due conclusioni da fuori: prima ci prova Guerra, ma la sfera va a lato e poi ci prova Bertolo che calcia bene, ma la palla sorvola la traversa di poco. Dopo questi due squilli, il Picerno non riesce più rendersi pericoloso dalle parti di Breza. Girandola di sostituzioni per le due squadre a metà del secondo tempo e Raffaele si gioca la carta Carlos França, al posto di uno spento Ferri Marini. Per tutto il resto della partita, solito canovaccio: Potenza cerca di tenere il pallino del gioco e attaccca anche in maniera fin troppo confusionaria e Picerno che si difende con ordine e pronto a ripartire. Quando ormai la partita sembra avviarsi verso il pareggio, ecco che Emerson calcia l’ennesima punzione dalla trequarti destra dell’attacco del Potenza. In centro area c’è França che, in girata, e complice una deviazione della difesa del Picerno, sepdisce la palla in rete. La squadra di Giacomarro prova ad imbastire una reazione ma il Potenza gestisce con tranquillità gli ultimi istanti del derby. Questa prima volta tra i professionisti nel derby se la ricorderanno a lungo i tifosi del Potenza.

TOP:

Carlos França (Potenza): gioca poco più di 20 minuti, quel tanto che basta per essere sempre nel vivo delle azioni pericolose dei suoi e per risolvere il derby in pieno recupero. Raffaele lo mette dentro e lui ripaga la sua fiducia facendo esattamente quello che gli chiede il mister e i circa 3500 del “Vivian”: IMMORTALE.

Emanuele Santaniello (Picerno): non ha segnato e non ha neanche ricevuto tanti palloni giocabili. Lui però la grinta, la rabbia e la voglia di lottare su ogni pallone ce l’ha messa sempre. Lotta su ogni palla come se fosse l’ultima giocabile; fa a sportellate contro tutti e si guadagna molte punizioni che fanno respirare i suoi: LEONE

FLOP:

Antonio Isgrò (Potenza): sinceramente ci aspettavamo di più dal “Robben” del Potenza. Ha avuto solamente la chance nel primo tempo lanciato da Giosa, ma forse pensava di essere in fuorigioco e il suo tiro, davanti a Pane è finito largamente a lato. Dal suo lato Bertolo lo controlla sempre bene e lui non ha mai il guizzo vincente: BLOCCATO

Nessuno nelle file del Picerno: gli uomini di Giacomarro hanno fatto la loro onesta partita e si sono difesi con ordine. Solamente due sbavature inziali potevano costare care, ma, una volta registrata, la difesa non ha mai corso grossi rischi. Se la partita fosse terminata in pareggio non avrebbero di certo rubato nulla: 11 LEONI.