Top & Flop di Rende-Picerno

17.11.2019 17:10 di Onorio Ferraro Twitter:    Vedi letture
Giannotti, Rende
© foto di Andrea Rosito
Giannotti, Rende

Torna finalemnte a vincere il Rende su un Picerno quasi mai in partita. Partono subito  gli uomini di Tricarico in una gara dove l’imperativo è vincere per entrambi con una classifica che inizia a farsi pericolosa. I padroni di casa in un “Razza” inzuppato per la pioggia caduta nelle ultime ore cercano di indirizzare subito la partita mettendola in discesa con un Picerno che non entra mai in partita nel primo tempo. All’11 su un calcio piazzato dalla sinistra arriva la gioia per il Rende che con Nossa si porta in vantaggio con un colpo di testa del difensore biancorosso sul cross di Murati. Ci prova il Picerno ad alzare il pressing nel finale di primo tempo ma i lucani non riescono mai a trovare la giusta via per rimettersi in riga dopo un inizio sottotono. Ripresa con gli stessi ventidue in campo e dopo qualche minuto di studio e un timido pressing del Picerno, i padroni di casa tornano ad alzare il pressing e tornano a prendersi il pallino del gioco. Al 52’ ancora i calabresi con Collocolo che si divora il raddoppio dopo una serpentina di Giannotti in area di rigore con il palo che gli nega la gioia del gol. Nel finale di gara continua il pressing del Picerno con i neo entrati, a pochi secondi dalla fine succede di tutto con il pareggio dei lucani grazie al colpo di testa di Santaniello che viene però annullato per offside. Al triplice fischio torna a sorridere il Rende che esplode dalla gioia e può finalmente tornare ad esultare dopo un inizio di campionato da dimenticare.

TOP
Giannotti (Rende):
gioca in pressing e si rende spesso pericoloso dalle parti del Picerno. Mantiene alti i compagni di squadra con un inizio in piena sintonia con tutta la squadra. Nella ripresa si diverte ad essere la spina nel fianco dei lucani. Il palo gli nega la gioia del gol dopo una serpentina da brividi. REVITALIZZATO

Melli (Picerno): a prescindere dal risultato risulta il migliore dei suoi, macina chilometri sulla sua fascia e non molla un istante. Nella ripresa cala per via di un Rende sempre aggressivo ma i lucani hanno idee anche grazie alla sua visione. Viene sostituito per mancanza di tenuta fisica in una partita dove ha dato il 100%. PRESENTE

FLOP
Collocolo (Rende):
cala il pressing e la concentrazione i calabresi ne risentono. Non è il ragazzo visto contro la Virtus che ha saputo prendersi la squadra sulla schiena. Oggi non macina gioco, si divora un gol a due passi. ASSENTE

Esposito (Picerno): un attaccante che non combina nulla di buono in una gara apertissima con la difesa del Rende che questa volta regge alla perfezione l’attacco dei lucani. Non crea occasioni e non da pericolo alla difesa del Rende. C’è ancora tanto da lavorare, ma oggi la giornata negativa parte anche (e non solo) da un attacco fantasma. FANTASMA