Top & Flop di Rieti-Teramo

22.02.2020 17:15 di Onorio Ferraro Twitter:    Vedi letture
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com
Top & Flop di Rieti-Teramo

Primo tempo arido di emozioni allo stadio “Scopigno” tra Rieti e Teramo. Il fanalino di coda laziale fatica contro gli abruzzesi che non si rendono mai pericolosi dalle parti di Tomei che spesso diventa mediano arrivando nella trequarti. Ci prova subito il Teramo con Magnaghi che tenta la conclusione col destro ma viene chiuso dalla retroguardia. Giri di orologio che scorrono poi senza nessun vero segnale, le squadre entrano in modalità scacchi e iniziano a studiarsi. Nel finale di gara sono sempre gli ospiti a provare la via del gol con Magnaghi che serve Bombagi ma non riesce ad intercettare in tempo la palla che si spegne al lato dell’estremo difensore laziale. Nei padroni di casa pesa l’assenza di Aquilanti che deve uscire per infortunio, Mariani al suo posto inserisce Fiumara che entra bene in gara. Nella ripresa è il Rieti a rendersi pericoloso con De Paoli che diventa l’uomo che innesca i compagni di squadra. Al 2’ della seconda frazione arriva la prima occasione netta degli amarantocelesti, De Paoli approfitta di una svista degli abruzzesi e prova la conclusione con la sfera che si abbassa al punto giusto uscendo di un soffio. Poco dopo Kolombò prova a sfondare in area di rigore ma la palla viene chiusa in angolo. Il Teramo non demorde e con  Bombagi che va col destro direttamente su calcio piazzato ma Merelli blocca con facilità. Al 25 della ripresa altra occasione per il Rieti con Celli che ci prova al volo ma senza trovare la via del gol. Al 29’ arriva invece il vantaggio del Teramo, Bombagi da fuori area prova il tiro che finisce nei piedi di Birligea. L'attaccante neo-entrato con un rigore a movimento manda la palla nel sacco promuovendo la scelta di Di Mascio. Sullo scoccare del triplice fischio arriva il raddoppio del Teramo con Magnaghi che si sblocca dopo l’assist di Birligea che da dentro l’area di rigore è bravo a servire il compagno di squadra. E’ festa per gli abruzzesi con Di Mascio che festeggia la prima vittoria da neo-arrivato con il Teramo che si rilancia nella corsa playoff dopo qualche settimana nell’ombra. Continua la caduta libera del Rieti che non riesce a vincere con la salvezza sempre più impossibile.

TOP
De Paoli (Rieti):
è il più pericoloso, prova a fare quel che può ma la squadra non lo aiuta. Nella ripresa si sveglia e prova a diventare la spina nel fianco per gli ospiti. Viene cercato spesso dai compagni di squadra, non da il punto di riferimento in attacco ma resta circoscritto dalla difesa degli abruzzesi. PRESENTE

Birligea (Teramo): entra e si prende il palcoscenico. Goal e assist gli riservano il match winner del pomeriggio con la scelta di Di Mascio che viene azzeccata in pieno. Alla prima occasione diventa letale, poi serve Magnaghi che torna a sbloccarsi. E’ la vera spina nel fianco per la squadra laziale. MATCH WINNER

FLOP
La difesa del Rieti:
retroguardia che regge bene nella prima parte della ripresa. Primo tempo inesistente per entrambe le squadre. Nel finire crollano i difensori lasciando due buchi scoperti con gli attaccanti avversari che ne approfittano. Mariani non gestisce bene i suoi spesso troppo in avanti senza curare la parte difensiva del match. DA RIVEDERE

Nessuno tra le fila del Teramo: una squadra compatta che dimentica Tedino e riparte forte con il nuovo allenatore. La squadra dimostra di essere presente, ora basta non cullarsi sulla vittoria perché la scalata ai playoff resta ancora in salita. Regge bene anche il modulo in una partita non facile viste le scorse settimane. COMPATTI