Top & Flop di Vibonese-Rieti

09.11.2019 20:45 di Antonio Capizzi   Vedi letture
Zanchi, top Rieti
© foto di Emanuele Taccardi/TuttoMatera.com
Zanchi, top Rieti

Si apre con una pioggia di gol il quattordicesimo turno del girone C di Serie C. Al “Luigi Razza” di Vibo Valentia finisce 5-1 per la Vibonese, che supera con un risultato larghissimo un ottimo Rieti che sino al terzo gol incassato aveva ben figurato. Al netto dell’ottima prestazione degli ospiti, la Vibonese non ha mai messo in discussione il controllo del match, avendo sempre in mano pallino del gioco e risultato. I gol portano la firma di Bubas, doppietta di Emmausso, Bernardotto e nel finale gloria anche per Prezioso che trova la rete del definitivo 5-1. Il gol della bandiera del Rieti è di Granata, arrivato pochi minuti dopo il raddoppio di Emmausso, portando la gara sul momentaneo 2-1.

Il Rieti ha da recriminare la scarsa precisione sotto porta, con tanti errori di definizione dell’azione che era ben costruita ma finalizzata in maniera pessima. Male il terzetto d’attacco, merito anche di una linea difensiva ben messa in campo da Modica, con l’ottimo lavoro sulle fasce di Del Col e Tito. Tre punti che premiano la Vibonese, 20 lunghezze in classifica con il Rieti che invece rimane in fondo con 12 punti.

TOP

Emmausso (Vibonese). Ex-aequo con Berardi, con la “sottile” differenza che l’ex Reggina ha messo a segno una doppietta molto importante ai fini del risultato finale. Ancora una volta da subentrato si conferma l’arma in più di questa squadra; primo gol di perseveranza e furbizia, crede in un pallone che sembrava perso dopo il controllo non perfetto di Bernardotto, mette il piede e batte Addario. La seconda è invece una rete molto bella, sia per fattura che per preparazione: destro dai 20 metri sotto l’incrocio. MAN OF THE MATCH

Zanchi (Rieti). Difficile trovare un “sufficiente” tra le file del Rieti, ma Zanchi è stato quello che ha provato più di tutti a rimanere in partita, creando ottime trame di gioco. Tanti palloni sono passati da suoi piedi, insieme a Palma hanno gestito al massimo un possesso che poi si rivelava sterile e inconcludente. FARO.

FLOP

Tumbarello (Vibonese). Leggermente al di sotto dello standard dei compagni, ma obiettivamente dopo una vittoria così schiacciante tutti hanno dato il massimo, giocando al meglio delle proprie possibilità. Nel finale Tumbarello, apparso stanco, lascia il posto a Pezzi. APPANNATO.

Tridente d’attacco del Rieti – Impossibile esprimere un giudizio sull’operato dei tre attaccanti del Rieti, che sin qui avevano sempre fatto del contropiede la loro arma più efficace. Colpe da dividere per Marcheggiani, Beleck e De Paoli, anche se quest’ultimo è apparso leggermente più pimpante e pericoloso dei due compagni di reparto. RIMANDATI.