L’Avellino e il gioco dell’oca. Un colpo da Serie A per l’Entella. Nel Girone A c’è un talento in rampa di lancio

20.10.2022 00:45 di Nicolò Schira Twitter:    vedi letture
L’Avellino e il gioco dell’oca. Un colpo da Serie A per l’Entella. Nel Girone A c’è un talento in rampa di lancio
TMW/TuttoC.com

Ve lo ricordate il gioco dell’oca? Si tiravano i dadi e casella dopo casella si cercava di arrivare al traguardo tra imprevisti e passi avanti. Un po’ come le carriere di molti allenatori. Ad esempio Massimo Rastelli che da Avellino aveva spiccato il volo verso la Serie A grazie al campionato vinto con il Cagliari dove lanciò un certo Nicolò Barella. Sembrava la tappa di partenza verso una scalata poderosa e invece non si è più ripetuto. Dopo la Sardegna Rastelli ha inanellato un tris di esperienze deludenti tra Spal, Cremonese e Pordenone che hanno fatto tornare al punto di partenza l’allenatore campano. Proprio come nel gioco dell’oca, quando pescavi la carta imprevisto che ti costringeva a ripartire dal via. Meglio allora rimboccarsi le maniche. Ieri sera la fumata biancoverde. Rastelli riparte da Avellino, provando a riscrivere la storia al fianco di quell’Enzo De Vito (ha fatto carte false per far tornare Rastelli...) con cui pilotò i lupi fino alle soglie della semifinale playoff per andare in Serie A. Sembra passata una vita. A volte ritornano, è proprio il caso di dirlo. Massimo Rastelli da oggi sarà il nuovo allenatore dell'Avellino. Insieme per ritornare grandi. Contratto fino al 2024. Nelle prossime ore attesa l'ufficialità e il primo allenamento. In attesa di scoprire su quale casella approderanno Rastelli e l'Avellino al termine della stagione, l'operazione ritorno al futuro è già scattata. 

A proposito di chi vuole regalarsi un colpo da novanta: occhio all’Entella del presidente Antonio Gozzi che sta alzando il pressing per convincere Gaston Ramirez, che da anni vive a Genova, a ripartire da Chiavari. Il feeling c’è già come testimoniano gli allenamenti effettuati negli ultimi giorni con la formazione biancazzurra. Una sorta di prova di matrimonio anticipata. Sarebbe la prima volta in Serie C per un talento purissimo che forse ha ottenuto meno di quanto il suo talento avrebbe meritato. Gli exploit con Bologna, Middlesbrough e Sampdoria hanno fatto da contraltare a esperienze deludenti con Southampton, Hull City e Monza. Vedere L’uruguaiano all’Entella sarebbe decisamente intrigante e potrebbe regalare a Volpe un jolly di altissimo livello da calare sul tavolo della lotta promozione... 

Chi invece vuole regalarsi una carriera di alto livello è il giovane centrocampista Issa Doumbia. Il classe 2003 dell’Albinoleffe fa gola a molti club italiani e stranieri (in particolare da Belgio e Francia), ma non intende tradire la fiducia ricevuta dai bergamaschi. Ecco perché a breve arriverà il contratto triennale da professionista per il talentino della Celeste. Una mossa volta ad allontanare tentazioni di mercato, almeno fino a giugno. Movenze alla Pogba (il suo idolo) e già un assist in 6 gare per lasciare il segno e prendersi uno spazio importante nella squadra di Biava. Doumbia è uno dei gioiellini Under 20 che sta iniziando a brillare nel firmamento della terza serie. Da tenere d’occhio...