Mercato deficitario e cambio d'allenatore. Il Bari va a caccia di svincolati per rimettere in sesto la stagione. E conquistare la tanto agognata Serie B

24.02.2021 00:40 di Tommaso Maschio   Vedi letture
Mercato deficitario e cambio d'allenatore. Il Bari va a caccia di svincolati per rimettere in sesto la stagione. E conquistare la tanto agognata Serie B
TMW/TuttoC.com

Che il mercato di riparazione del Bari non fosse stato pienamente soddisfacente lo avevano scritto praticamente tutti, noi compresi. Una sensazione che si è fatta più concreta con il cambio di allenatore e l’arrivo di un tecnico come Massimo Carrera che ha nelle proprie corde moduli e stili di gioco diversi rispetto al predecessore Gaetano Auteri. Una situazione poi aggravata dal grave infortunio (lesione del legamento crociato anteriore, collaterale mediale e del posteriore obliquo) subito da <b>Nicola Citro</b> che toglie al neo allenatore un’alternativa di qualità ed esperienza in attacco, un giocatore che inoltre poteva occupare più posizioni (seconda punta, esterno o trequartista) e permettere a Carrera di cambiare anche in corso d’opera la fisionomia della propria squadra.

Col mercato chiuso, e in attesa della nomina di un nuovo direttore sportivo, il Bari ha una sola via per rinforzarsi e puntare a quella Serie B mancata per un soffio lo scorso anno e che in questa stagione appare molto lontana sia per una Ternana che marcia a ritmi insostenibili per chiunque, sia per un rendimento troppo altalenante dei <i>Galletti</i>. I nomi sul taccuino della dirigenza sono di quelli pesanti, prestigiosi: Romulo e Valter Birsa.

Due giocatori che hanno un passato importante, con tanta Serie A, le maglie prestigiose di Lazio e Milan, che hanno esperienza da vendere e sicuramente qualità tecniche superiori alla media della Serie C. Ma si tratta anche di due giocatori non più giovanissimi – 33 anni il brasiliano, 34 lo sloveno – che vengono da un lungo periodo di inattività visto che entrambi non vedono il campo in una gara ufficiale dalla passata stagione. Difficile quindi che i due, qualora dovessero essere tesserati, possano essere utili fin da subito in campo. Ma nell’ottica dei play off potrebbero dimostrarsi due frecce in più all’arco di Carrera per conquistare quell’obiettivo fissato dalla famiglia De Laurentiis già ai tempi della rinascita del club pugliese e che non può sfuggire per la seconda stagione di fila senza creare scompensi o malumori.