INTERVISTA TC - Ag. Iuliano: "Ecco perché abbiamo scelto Potenza"

10.07.2019 11:30 di Dario Lo Cascio Twitter:    Vedi letture
Alvaro Iuliano
© foto di Andrea Rosito
Alvaro Iuliano

Fase calda del mercato, con le rose che si stanno definendo. TuttoC.com ha contattato in esclusiva il procuratore Claudio Laganà, per discutere di alcuni suoi assistiti: Bernardotto, Iuliano, Sartore, Blaze, Dellino. 

Partiamo da Gabriele Bernardotto, bomber di D che approda alla Vibonese.
"Un'operazione che abbiamo messo in piedi da quasi un anno. La Vibonese già l'anno scorso aveva pensato di prenderlo con sé, ma è stata una scelta molto intelligente quella del club di lasciare che il ragazzo maturasse un altro anno per potersi consacrare. Bernardotto ha fatto un'ottima stagione, seguirlo passo passo e monitorarlo. Già a gennaio c'era la possibilità che il ragazzo si trasferisse, poi il Lanusei ha preferito trattenerlo per fare un campionato importante e infatti hanno fatto più che bene. La Vibonese ha gestito l'operazione con grande maestria, l'accordo era già in piedi da un po'. Per il giocatore è una grande soddisfazione, ha lavorato molto ed è cresciuto parecchio. Ora inizia una fase nuova per la sua carriera. Credo sia l'ambiente giusto per maturare come calciatore e come uomo ed potersi affacciare nel giro di un paio di anni in categorie superiori. Ha tutte le carte in regola, sia come fisico che come tecnica e soprattutto voglia di fare bene". 

Passiamo ad Alvaro Iuliano, protagonista col Catanzaro nella scorsa stagione. Ha però lasciato i giallorossi e ora vestirà la maglia del Potenza.
"Innanzitutto Iuliano è stata una scommessa vinta. Era da tanto tempo che provavo a portarlo in Italia ma nessuno ha mai avuto voglia di ascoltare la proposta, poteva arrivare già almeno tre anni fa. E' arrivato a Catanzaro con grandissima professionalità, abbassandosi notevolmente l'ingaggio rispetto a quanto prendeva in Bulgaria. In giallorosso ha fatto un campionato estremamente positivo, oserei dire che per costanza di rendimento a centrocampo è stato il migliore. Purtroppo le basi per rinnovare non ci sono state, il Catanzaro ha temporeggiato e sono sopraggiunte altre proposte. La volontà primaria era restare a Catanzaro, non pensavamo di andare via e comunque nessuno ci ha cacciato. La proposta di rinnovo però è arrivata quando c'erano già delle offerte da altri e la loro offerta non era congrua. A Potenza il presidente Caiata sta costruendo una bella realtà ed è stato seriamente voluto dal club, non tanto dal tipo di vista contrattuale, quanto da come hanno fatto sentire subito a casa il ragazzo. E' stata una scelta che pagherà, perché mister Raffaele nonostante sia un tecnico giovane è molto preparato". 

Cambiamo momentaneamente girone e passiamo a Francisco Sartore, attualmente all'Alessandria, con ancora un anno di contratto. Resterà in Grigio? Si era parlato di un interessamento dell'Avellino.
"Quest'ultima opzione credo proprio sia tramontata. Sartore è in una situazione un po' particolare, l'Alessandria ha puntato forte su di lui l'anno scorso, e il giocatore si è anche calato in un ruolo non suo, essendo un attaccante esterno. Ha invece fatto il quinto di centrocampo, a volte quasi il terzino, dimostrando duttilità tattica. Ma resta un attaccante e bisognerà capire la volontà del club. Se il tecnico punterà sul 3-5-2 credo che il giocatore sia in uscita e saranno da valutare diversi fattori. Se invece si sarà un cambio tattico che possa comprendere un ruolo come quello di Sartore, c'è la possiblità che resti in Piemonte dove d'altronde si trova molto bene. Non c'è un motivo concreto per andarsene se non appunto uno schieramento tattico che non preveda il suo ruolo. Sarà una situazione che non vedrà la sua risoluzione in tempi brevi".

Torniamo del Girone C, a Rende, per parlare di Allan Blaze, anche lui con un altro anno di contratto. 
"Ad oggi non c'è nessun motivo per andar via da Rende. Lo scorso anno, proprio di questi tempi, abbiamo prolungato per un'altra stagione. Quello biancorosso è un club molto serio, dove il ragazzo si sta trovando decisamente bene. La nostra intenzione è quella di proseguire con loro, non c'è motivo di andare. Rientra ampiamente nei piani della società e salvo sorprese da qui a fine mercato non si muoverà da Rende". 

Chiudiamo col giovane Saverio Dellino, il suo futuro è legato a quello del Bisceglie?
"Stiamo cercando di capire cosa accadrà a Bisceglie. L'anno scorso ha fatto un contratto di addestramento tecnico ed è sotto contratto fino al 15 luglio. Ad oggi il club pugliese è ancora in Serie D ed è in attesa di riammissione. Non abbiamo ancora parlato col club per capire se, in caso di ritorno in C, il ragazzo rientrerà nei piani oppure no. Siamo in fase di attesa, speriamo di avere già ad inizio settimana prossima un confronto per capire la situazione".