INTERVISTA TC - Capuano: "Catania? Situazione difficile e particolare"

01.01.2020 14:20 di Antonino Sergi   Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
INTERVISTA TC - Capuano: "Catania? Situazione difficile e particolare"

Sei anni con la maglia del Catania per Ciro Capuano, ex terzino sinistro che ha vissuto i migliori anni in massima serie del club etneo. Un momento non facile quello che sta attraversando adesso la formazione siciliana e a tal proposito è intervenuto ai microfoni di TuttoC.com proprio l'ex calciatore tra le altre di Pisa e Bologna.

Cosa ne pensi di questo momento del Catania?
"Da quando Lo Monaco è tornato già sapeva a che situazione andava incontro, i debiti c'erano. Il Catania quando è sceso in Lega Pro con la disfatta di Pulvirenti e Cosentino già stavano pensando al fallimento, poi il ritorno di Lo Monaco ha rimesso in piedi un pò tutto. Adesso stanno valutando come salvare questo Catania, stiamo aspettando come tutti le loro decisioni. In alcuni casi è meglio che riparta da zero come hanno fatto Palermo, Cesena, Parma e tante altre. Non è una cosa bella, è giusto salvare la matricola ma non è facile". 

Lo Monaco in un'intervista ha parlato di debiti pazzeschi, pensi ci sia qualcuno pronto ad accollarsi tutto ciò?
"Dalla Serie D alla Lega Pro c'è solo una categoria. Loro sanno nei dettagli i costi e tutto quanto, la situazione non è semplice".

Hai giocato con Lodi e Biagianti tra gli altri, pensi che aria si possa respirare all'interno dello spogliatoio?
"Non un'aria bella. Sono due le cose, o cambiano squadra o si riducono al minimo l'ingaggio fino a giugno. Queste sono le due scelte che dovranno fare. Non è facile, mi metto nei loro panni perchè poi si parla di giocatori che hanno famiglie. Sono decisioni un pò particolari, sono professionisti e proseguiranno comunque a dare il massimo in allenamento".

Riguardo il mercato di gennaio, perchè un calciatore dovrebbe scegliere Catania adesso?
"Non è facile. Bisogna andare a prendere giocatori con un certo tipo di budget, la società dovrà fare i conti con il bilancio prima di mettere sotto contratto un calciatore. Ho sentito due o tre nomi ma il budget è quello, so che anche a Catania i calciatori che vogliono rimanere devono ridursi lo stipendio del 30%. Non è detto che poi tutti quelli in usciti possano trovare squadre, è una situazione particolare".

Cosa di auguri per il 2020 del Catania?
"Mi auguro che possa tornare la serenità con un progetto per il futuro e di portare il Catania dove merita".