INTERVISTA TC - Carlini: "Catanzaro, avanti così: è la strada giusta"

12.11.2020 21:00 di Antonino Sergi   Vedi letture
INTERVISTA TC - Carlini: "Catanzaro, avanti così: è la strada giusta"
TMW/TuttoC.com
© foto di Federico Gaetano

Due vittorie su due arrivate dopo la brutta sconfitta di Terni e il pareggio contro il Palermo ridotto in nove uomini, il Catanzaro ha ripreso la sua corsa con due grandi vittorie di carattere contro Avellino e Teramo. Contro la squadra di Massimo Paci decisivo il gol di Massimiliano Carlini, quarta segnatura per lui in stagione. L'ex Juve Stabia ha parlato così ai microfoni di TuttoC.com.

Un gol decisivo che vi rilancia in classifica, come giudichi le due vittorie con Avellino e Teramo?
"Sono arrivate due grandi prestazioni, la squadra ha espresso un buon calcio ed è la dimostrazione che stiamo diventando squadra ed i risultati sono la conseguenza. Contro il Palermo abbiamo fatto la prestazione ma è stata decisa dall'episodio sfortunato mentre l'unica brutta partita è stata a Terni. E' normale avere qualche alto e basso però siamo sulla strada giusta".

Tornando alla gara di Terni, troppo forte la Ternana o troppo brutto il Catanzaro?
"Nel calcio gli episodi fanno la differenza. Dopo il loro 2-1 è come se ci siamo arresi, fino a quel momento stavamo tenendo bene il campo e abbiamo avuto anche due occasioni nitide per il vantaggio. Quel gol ci ha tagliato le gambe, abbiamo preso cinque gol ma a volte meglio prenderli tutti in una partita e resettare tutto per ripartire. Alla fine raggiungeremo traguardi importanti".

Vi è servito il ritiro dopo il pari con il Palermo?
"Non so mai quale può essere la medicina giusta. Sono tanti anni che gioco a calcio, in tante società ci sono state dei provvedimenti di questo tipo. In questo caso i risultati sono arrivati, probabilmente è stata la scelta giusta anche se nel mio modo di essere sono sempre contrario ai ritiri. Ma è andata bene".

Che obiettivo ha questo Catanzaro?
"Dobbiamo continuare su questa strada, siamo una squadra costruita per una classifica di vertice e non dobbiamo nasconderci. La società ha fatto uno sforzo importante, dobbiamo continuare come stiamo facendo cercando di raggiungere la più alta posizione possibile. Non ci dobbiamo porre limiti però sempre pensando di partita in partita. Alla fine tireremo le somme".

Domenica c'è il Francavilla, l'obiettivo è anche vendicare la sconfitta per 4-0 subita lo scorso anno?
"Ricordo quella partita molto amaramente ma oltre alla rivincita vogliamo continuare quello che stiamo facendo. Il Francavilla è un'ottima squadra ed il pericolo è dietro l'angolo. Dobbiamo affrontare questa gara con il piglio giusto, andremo a battagliare".

Girone C quest'anno più complicato?
"Direi proprio di si. Quest'anno ci sono almeno sei squadre di livello importante costruite per vincere, di solito c'erano solo tre squadre favorite. Sarà un campionato avvincente, nel Girone C è risaputo che ci sono sempre più insidie".