INTERVISTA TC - Costantino: "Bari non ha B in tasca, ma la spunterà"

19.11.2021 19:00 di Raffaella Bon   vedi letture
INTERVISTA TC - Costantino: "Bari non ha B in tasca, ma la spunterà"
© foto di TC

Ha vinto nella scorsa stagione i playoff di D alla guida dell'FC Messina, ha sperato nella riammissione in terza serie e ora resta in attesa di una nuova avventura. Ai microfoni di TuttoC.com è intervenuto l'ex tecnico dei peloritani Massimo Costantino: "Spero di tornare ad allenare in C, ma se questo non dovesse avvenire, se il progetto è valido e le ambizioni sono importanti non è un problema di categoria".

Mister, partiamo da un'analisi del Girone C.
"E' un girone molto avvincente, quest'anno in modo particolare, composto da club che rappresentano città di grandi tradizioni calcistiche. Sono tante le squadre che non stanno lasciando nulla al caso per riuscire a centrare il proprio obbiettivo".

Nel giro di pochi punti ci sono tante squadre, ma sarà l'anno del Bari?
"Il Bari senza dubbio è la squadra più attrezzata, in questa stagione rispetto a quella scorsa, il DS Polito ha creato una rosa formata da calciatori di grande spessore e giovani importanti. Credo che l'esperienza maturata in categoria possa aiutare la squadra a non commettere più gli stessi errori dello scorso anno, sicuramente non ha la B in tasca, ma credo che il Bari alla fine possa spuntarla".

Come considera la rivelazione Monopoli?
"Il Monopoli sta disputando una stagione straordinaria, la programmazione nel calcio conta molto, il problema è che non tutte le società hanno la pazienza e la lungimiranza di credere nel progetto, alle prime difficoltà tutto viene messo in discussione. Il Monopoli sta mettendo in mostra dei giovani di sicuro valore, lo stesso discorso vale per la Turris che gioca bene e vince, senza avere speso cifre esorbitanti".

Il Catanzaro sta un po’ deludendo...
"Sicuramente dal Catanzaro ci si aspetta qualcosina in più, ma credo che ci siano pressioni ed aspettative superiori alle stagioni precedenti, di conseguenza pur avendo una rosa di grande livello ancora non ha trovato la continuità giusta. Ma il campionato ancora è tutto da giocare ed il Catanzaro è in piena corsa".

Catania vive una difficile situazione fuori dal campo di calcio.
"Non c'è dubbio che la situazione quasi drammatica stia influendo in modo evidente sul campionato del Catania. Se ci si sofferma a guardare la rosa, la squadra etnea è veramente molto competitiva. Senza problemi sono convinto che avrebbe fatto un campionato da primi quattro posti".

Le sue ex squadre come vanno?
"Sono convinto che la Vibonese si salverà, magari con sofferenza, ma si salverà. Il DS Condò, insieme alla società, ha messo su una squadra competitiva, ha solo bisogno di due-tre risultati positivi che diano coraggio e certezze alla squadra per tirarsi fuori. La Sanremese e la Torres stanno disputando un ottimo campionato, non so se lo vinceranno ma faranno sicuramente bene. L'FC Messina ha cambiato gli obiettivi, squadra giovane, con obiettivo salvezza, spero che riesca nell'intento".