INTERVISTA TC Criniti: "Lecce favorito sul Catania"

15.04.2018 14:10 di Raffaella Bon  articolo letto 565 volte
Antonio Criniti
© foto di Gilberto Poggi/TuttoLegaPro.com
Antonio Criniti

Da giocatore ha vestito anche le maglie di Lecce, Catania, Reggina, Catanzaro. Ai microfoni di TuttoC.com Antonio Criniti analizza il momento delle sue ex squadre.

Come vedi il Lecce?
"Il Lecce è una squadra allenata bene dal mio amico Liverani e gode sicuramente di un vantaggio sul Catania, anche se minimo in Serie C vuol dire tanto. Ultimamente non ha brillato ed ha rischiato di essere addirittura superato in classifica dal Catania un'altra compagnie ben attrezzata, ma che non ha saputo sfruttare tutte le occasioni specie in casa Juve Stabia ultima"

Che partita sarà quella con la Racing Fondi?
"Sarà una partita non facile per i salentini, per ovvi motivi: la Racing è anch'essa allenata da un mio ex compagno di squadra come Luiso e non può permettersi di perdere punti per la salvezza. Farà sicuramente una gara di rimessa e di contropiede"

Per il Catania la gara con l'Akragas sembra quasi una formalità...
"Il Catania è una squadra a cui sono legato molto visto che lì ho vissuto due anni splendidi. Sarà una partita da non giocare con superficialità perché la storia insegna che le peggiori figure si fanno con queste squadre che non hanno.nulla da perdere però vincerà sicuramente"

Che Reggina ti aspetti contro il Bisceglie? Riuscirà a salvarsi?
"La Reggina è una squadra strana, capace di tutto. Altalenante nelle prestazioni ma pur sempre una piazza e una squadra di tradizione e di tutto rispetto che a mio avviso si salverà. A Bisceglie mi aspetto una gara di cuore amaranto e di vittoria così da non far patire un'intera tifoseria oramai delusa ma che saprà comunque aiutare i propri calciatori fino alla salvezza ottenuta".

Per il Catanzaro trasferta non semplice a Siracusa. Come giudichi il campionato dei giallorossi?
"Il Catanzaro ha fatto anch'esso un campionato strano, altalenante e non all'altezza della piazza meravigliosa che è tradizionalmente la più conosciuta della Calabria, per via dei suoi tanti anni di serie A.. Col Siracusa mi aspetto la chiusura definitiva del campionato con la salvezza matematica per dare finalmente ai moltissimi tifosi che la seguono anche in trasferta un po' di serenità, con la speranza di una programmazione seria ed efficiente per il prossimo campionato. Con Pancaro e con Logiudice che sono garanzie assolute tutto questo si può fare".