INTERVISTA TC - DG Viterbese: "L'obiettivo della società è di valorizzare i giovani che abbiamo"

23.08.2021 18:00 di Francesco Marra Cutrupi   vedi letture
INTERVISTA TC - DG Viterbese: "L'obiettivo della società è di valorizzare i giovani che abbiamo"
TMW/TuttoC.com

Francesco Pistolesi, dg della Viterbese, è intervenuto al microfoni di tuttoc.com, per parlare di mercato e di riforme nel calcio professionistico. Queste le sue parole: 

Contento del mercato fin qui? 

"Noi abbiamo un ds bravissimo che è Mauro Facci, quindi non sono di certo a presentarlo. Da qui al 30 sistemerà la squadra nel migliore dei modi, perchè ripeto, il nostro obiettivo è di puntare a fare un campionato dignitoso". 

Ultimi giorni di mercato, quali pedine cercate? 

"Cerchiamo di sistemare le esigenze del mister, sempre tenendo conto del budget perchè non possiamo sforare un determinato budget. Se si incastrano determinate operazioni, cercheremo di accontentarlo".

 Nuova stagione in arrivo, la Viterbese vuole alzare l’asticella?

"L'obiettivo della società è di valorizzare i giovani che abbiamo. Noi lavoriamo con i ragazzi ogni domenica e quindi facciamo minutaggio, per noi è fondamentale. Questo non vuol dire che un ragazzo di 20 anni non sia bravo come un ragazzo di 30. Non abbiamo paura a fare questo, di fatti abbiamo ceduto due calciatori in B in questa sessione di mercato".

La Serie C come fucina di giovani talenti.

"Certo, perchè secondo me un ragazzo cresciuto in una Primavera poi viene in C a fare determinate esperienze. Quindi fa una palestra di vita calcistica, poi se è bravo torna in B, perchè il livello delle nostre primavere secondo me non è alto. Quindi fare un campionato di C, che è molto più importante sia a livello fisico che tecnico, può dare il la ad un giovane per andare a giocare in mercati più importanti".

Tema sostenibiità: perché ogni anno spariscono sempre più squadre?

"Secondo me spariscono sia per l'incompetenza tecnica e l'altro è un problema economico e servirebbero le riforme perchè altrimenti le società vanno in difficoltà".
 

È il momento di un riforma?

"Si, c'è stata una crisi importante anche per il Covid, dobiamo aiutare i presidenti a sostenere le squadre. Chi di dovere sta pensando a come fare, la Lega Pro al momento è la categoria più penalizzata a livello economico, anche se poi la Lega e la Federazione fanno degli sforzi importanti per sostenerla".