INTERVISTA TC - Ds Grosseto: "Preferisco la critica diretta, siamo fiduciosi"

05.11.2021 14:00 di Raffaella Bon   vedi letture
INTERVISTA TC - Ds Grosseto: "Preferisco la critica diretta, siamo fiduciosi"
TMW/TuttoC.com

Tre punti nelle ultime quattro gare, il Grosseto lotta per salvarsi nel Girone più complicato della Serie C. A tal proposito, ai microfoni di TuttoC.com, è intervenuto il direttore sportivo dei maremmani Stefano Giammarioli riguardo il momento della squadra toscana.

Questo girone si sta dimostrando il più difficile?
"E' quello più equilibrato, c'è questo gruppo di testa che fa un campionato a parte e poi ci sono dieci squadre che lottano per non retrocedere. E' un girone difficile anche un po' più degli altri, ci sono molte più piazze che tentano la scalata. Poi ci sono tre retrocesse dalla B che si trovano tutte insieme".

Domani la sfida con il Pontedera.
"E' uno scontro diretto, si sta preparando con serenità ed è quello che c'è bisogno per questa squadra. Abbiamo bisogno di punti, ci sono assenze importanti sia per noi che per loro ma io credo molto in questa squadra. A volte viene etichettata in maniera sbagliata, ha dei valori e giovani importanti aggiungendo la crescita dei calciatori dello scorso anno. Siamo fiduciosi".

I tifosi si aspettavano di vedere un Grosseto come lo scorso anno, la squadra ha deciso di devolvere l'incasso poi in beneficenza.
"Premesse che non stiamo andando bene, è giusto che ci siano delle critiche e la tifoseria sta avendo una pazienza enorme e gli fa onore. E' anche vero che poi ci sono altri modi di criticare, preferisco la critica diretta. I capri espiatori non sono ne l'allenatore, ne la squadra al massimo sono io. Sono arrivato in ritardo, la ciliegina la dovevo mettere io. Dal primo giorno che sono arrivato ho detto alla società che non mi prendevo alcuna responsabilità tranne quella di salvare questa squadre. Ho vinto tanti campionati, se devo andare a guardare il passato sarei morto e bisogna guardare il presente. La nostra è una squadra giovane che si sta allenando tanto. Colgo anche l'occasione per ringraziare il presidente Ceri per l'opportunità di essere in questa piazza".

Che partita sarà quella di domani?
"E' una partita equilibrata, tattica, legata ad episodi e chi sarà più lucido farà la differenza".