INTERVISTA TC - Ds Paganese: "Mercato? Non cerchiamo nulla"

13.01.2020 15:30 di Sebastian Donzella Twitter:    Vedi letture
© foto di Dario Fico/TuttoSalernitana.com
INTERVISTA TC - Ds Paganese: "Mercato? Non cerchiamo nulla"

Dopo il sorprendente successo sul Monopoli, TuttoC.com ha intervistato il direttore sportivo della Paganese, Guglielmo Accardi. Analizzando anche il mercato degli azzurrostellati e il Girone C.

Grande vittoria alla prima dell'anno. In campo non si è vista la differenza di classifica.
"La vittoria è stata meritata, siamo stati sempre sul pezzo e al momento giusto abbiamo saputo capitalizzare. È stato un successo insperato perché arrivato su un campo difficile ma cercato perché volevamo subito risposte in chiave mercato. Lo abbiamo cercato a lungo: questa sosta è stata affrontata con grande serietà. I ragazzi si sono presentati alla ripresa in buona forma, abbiamo svolto un'ottima settimana di lavoro, con grande determinazione: i giocatori erano vogliosi di riprendere in mano il campionato".

Tempo di mercato: cosa cercate?
"Nulla, siamo contenti del gruppo che è di fatto partito per il ritiro pre-campionato. Non è una rosa folta, la cosa ci permette di coinvolgere tutti. Il gruppo è molto motivato e ha il suo equilibrio, con dinamiche ben definite. Mi auguro di non dover cambiare nulla. Da qui al 26 avremo tre partite: Leonzio, recupero con la Viterbese e poi a Francavilla. Tre sfide toste, tre battaglie: se andranno come ci auguriamo avremo delle conferme importanti per il prosieguo e non ci porteranno a dover intervenire sul mercato. I ragazzi hanno la consapevolezza di dover spingere sull'acceleratore".

In uscita via Lidin, tornato al Pisa.
"Ci spiace molto, riteniamo che sia un giocatore importante e di prospettiva. Ma si è trovato un po' chiuso nel suo ruolo anche da giocatori di nostra proprietà e il suo utilizzo è stato relativo. Avrebbe meritato più visibilità, gli auguriamo di far bene altrove. Valuteremo se è il caso di integrare la rosa dopo la sua partenza ma non è una cosa che al momento non ci assilla".

Siete in zona playoff, a +7 dalla zona rossa...
"Ma l'obiettivo resta la salvezza. Se continueremo a mantenere questa distanza di sicurezza, più in là alzando la testa si potrebbero anche vedere i playoff. Però adesso dobbiamo pensare solo a mantenere la categoria in un campionato pieno di big e con tanti club che si rinforzeranno in queste settimane".

A proposito di big. Lì davanti non ha vinto nessuno. Per fortuna della Reggina.
"Il campionato può perderlo solo la squadra amaranto. Il Bari avrebbe dovuto approfittare di quelle piccole e poche battute d'arresto dei calabresi. Ma quando sono capitate, i biancorossi non sono riusciti ad approfittarne, probabilmente è destino che questo girone lo vinca la Reggina. Alle loro spalle arriveranno Ternana, Potenza, Teramo e Catanzaro, come preventivato all'inizio. Poi c'è il Monopoli che è un gradino sotto per budget ma che è molto avanti. Quindi rimarranno tre posti per i playoff".

Al momento siete la miglior squadra campana di C, insieme all'Avellino.
"Siamo orgogliosi di questo risultato, almeno per questa settimana. Non dimentichiamoci che Avellino e Caserta sono capoluoghi di provincia. La Casertana sta scontando lo scotto della passata stagione, gli irpini hanno bisogno di riassestarsi dopo la ripartenza dalla D. Noi abbiamo una certa costanza e una certa linearità in categoria, abbiamo tranquillità ed equilibrio. E non dimentichiamoci la Cavese che ha una proprietà importante e sta prendendo le misure, di settimana in settimana, a questa categoria. A mio avviso stanno facendo molto bene in questo girone di ferro".