INTERVISTA TC - Entella, Capello: "Siamo ripartiti, adesso non ci poniamo limiti"

10.11.2021 12:00 di Antonino Sergi   vedi letture
INTERVISTA TC - Entella, Capello: "Siamo ripartiti, adesso non ci poniamo limiti"
TMW/TuttoC.com

E' un momento sicuramente positivo per Alessandro Capello, l'attaccante dell'Entella infatti è andato a segno prima nella gara contro l'Ancona-Matelica bissando in Coppa Italia contro il Padova. Ha ritrovato il gol ed è un punto fermo dell'attacco di mister Volpe. L'ex attaccante del Venezia è intervenuto ai microfoni di TuttoC.com per parlare del suo momento.

Due gol consecutivi tra campionato e Coppa, che momento è per te?
"E' un momento positivo per me e per la squadra, ci siamo ripresi da un inizio difficile. Ci siamo rimessi sulla strada che speravamo di poter percorrere fin dall'inizio".

Avete sentito un po' la pressione anche dopo la retrocessione?
"No no, venivamo da una retrocessione e sapevamo che la squadra è stata costruita per un campionato importante. Sappiamo che dobbiamo fare tanto, dobbiamo solo continuare sulla strada che abbiamo intrapreso adesso".

Siete uno dei reparti avanzi più forti della categoria?
"Si, assolutamente. Siamo tanti e tutti stanno facendo molto bene, penso proprio che sia un reparto molto forte per la categoria".

Nonostante i risultati iniziali, la società vi è stata sempre vicina.
"La società ha sempre dato fiducia al mister, anche se non stiamo facendo un grande avvio di campionato ci ha permesso di lavorare con serenità. Adesso i risultati si stanno vedendo, ti porti sempre dietro un po' la retrocessione e ora ci siamo lasciati alle spalle quelle scorie. Siamo ripartiti".

Reggiana già in fuga?
"Sono partiti molto bene ma il campionato è lungo ancora, tutte le squadre hanno un momento di difficoltà come noi che lo abbiamo avuto all'inizio. Sono partiti forte, merito loro".

Adesso arriva il Grosseto che è in grande difficoltà.
"E' sempre una partita difficile, loro sono in una situazione complicata ed avranno bisogno di fare punti in qualsiasi modo. Venire nel nostro campo non è mai facile".

Qual'è il tuo obiettivo personale?
"L'obiettivo doppia cifra c'è sempre, faccio spesso il trequartista o la seconda punta ma l'obiettivo è quello".

Quello di squadra invece?
"Fare un campionato fino alla fine per giocarcela per posizioni importanti, è ancora lungo e non ci poniamo limiti. Se continuiamo a lavorare possiamo tornare al vertice della classifica e giocarcela fino alla fine".

Chiudiamo con il Venezia, cosa provi a vedere il tuo ex allenatore e tanti vecchi compagni vincere contro la Roma nell'ultimo turno di Serie A?
"Sono molto contento per loro, se lo meritano e stanno lavorando bene con mister e direttore. E' un lavoro che prosegue da Dionisi, stanno continuando su questa strada. Ho lasciato tanti amici e sono felice per loro".