INTERVISTA TC - Iania: "La Lucchese saprà superare le difficoltà"

28.11.2023 11:00 di Raffaella Bon   vedi letture
INTERVISTA TC - Iania: "La Lucchese saprà superare le difficoltà"
TMW/TuttoC.com
© foto di Luca Maggiani/TuttoLegaPro.com

È intervenuto ai microfoni di TuttoC.com Filippo Iania, cinque anni da portiere nelle file della Lucchese dagli allievi fino alla prima squadra. Il primo quesito riguarda un'opinione sulla stagione dei rossoneri:

"La Lucchese è una piazza molto importante, nell'ultima giornata ha perso in casa contro la Vis Pesaro. Purtroppo non sta funzionando il carisma alla squadra. Arrivavano da una brutta sconfitta a Cesena ed ha influito sul morale della squadra, ma alla giornata prima hanno battuto la Virtus Entella".

A proposito di Cesena, alla prossima sfiderà la Juventus in casa. Che partita sarà?
"Sarà una partita molto importante, visto il valore della competizione la Coppa Serie C. Per quanto riguarda i bianconeri, arrivano dalla vittoria contro l'Arezzo".

Arezzo che invece sarà l'avversario proprio della Lucchese.
"Si, è un derby sentito che non veniva giocato da sei stagioni in campionato. Nella stagione 2018 fu vinto dall'Arezzo. Comunque ho visto la Lucchese giocare a inizio stagione in amichevole col Poggibonsi  si vedeva da subito una squadra importante che sicuramente aldilà delle difficoltà attuali saprà riprendersi e fare bene in questo campionato". 

Un suo ricordo sulla Lucchese?
"Quando ho militato  io eravamo in Serie B, e ho avuto come primo Giovanni Galli. Quell'anno era una gran bella squadra: giocatori del calibro di Gaudenzi, Di Francesco, Paci, Rastelli, Bettarini, Grabbi, Vannucchi, Russo, Di Stefano, Tarantino, Taccola, Marco Rossi. E l'allenatore era Maciste Bolchi. Ho tanti bei ricordi di Lucca e della Lucchese, in particolare mi viene in mente quando con la Primavera giocammo in Coppa Italia contro il Parma. In porta c'era Gianluigi Buffon, che dopo un mese esordì in prima squadra del Parma nella famosa partita contro il Milan.

Parliamo di lei e la sua attuale carriera?
"Sono felicemente  l'allenatore dei portieri dell'Affrico Calcio. Alleno tutte le annate dai giovanissimi alla  prima squadra; con quest'ultima siamo primi in classifica nel girone C di promozione, ma anche nel settore giovanile stiamo lottando dappertutto per i primi posti. Sono inoltre contento che entrambi i due figli che giocano entrambi a calcio, Emanuele e Tommaso primo consiglio che si divertano".