INTERVISTA TC - Imolese, Lanini: "Vietato sederci, vogliamo i playoff"

11.02.2019 19:20 di Claudia Marrone Twitter:   articolo letto 540 volte
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com
INTERVISTA TC - Imolese, Lanini: "Vietato sederci, vogliamo i playoff"

Tra i protagonisti di questo campionato di Serie C c'è sicuramente Eric Lanini, che con la sua Imolese sta sorprendendo e facendo faville. Squadra terza in classifica, a -2 dal secondo posto occupato dalla Triestina, e lui, a oggi, unico calciatore di tutto il suo raggruppamento ad aver sfondato il muro delle 10 reti.
Di questo e molto altro, ai microfoni di TuttoC.com, parla proprio l'attaccante. 

10 reti, prima volta in carriera. E primo calciatore del Girone B a toccare quella cifra. Che sensazioni hai provato sabato?
"E' stato un bel mix di emozioni, sia a livello personale che collettivo. Io ho raggiunto le 10 reti, è vero, ma la doppietta è soprattutto servita al gruppo per portare a casa una vittoria su un campo difficile, dove il Gubbio non perdeva da circa undici mesi e dove subiva pochissime rete, una delle difese meno battute d'Europa in casa. Un bel passo avanti per noi".

La classifica effettivamete vi sorride. Ti aspettavi, al momento del tuo arrivo a Imola, questo percorso?
"L'obiettivo principale era la salvezza, ma quando poi ho visto come lavoravamo a livello di gruppo ho capito che avevamo del potenziale vero. Abbiamo messo sotto molti avversari, giocando sempre a viso aperto, ed è chiaro che la crescita costante, unita poi ai risultati, ha aumentato le nostre consapevolezze. La salvezza adesso è raggiunta, ma non dobbiamo perdere umiltà per arrivare in fondo al campionato nel migliore dei modi, provando a fare sempre meglio".

Campionato che va verso il termine: quale è, a questo punto, l'obiettivo di fine stagione?
"Sicuramente vogliamo rimanere agganciati al treno playoff, senza snaturarci dobbiamo schiacciare l'acceleratore perché sedersi sarebbe solo controproducente. Dobbiamo pensare a crescere sempre di più".

Arriva la Sambenedettese, seconda gara di un trittico di partite da giocare in sette giorni.
"Abbiamo iniziato al meglio questo percorso, e già in un precedente turno infrasettimanale abbiamo centrato tre vittorie su tre gare giocate, credo che nessuno ci sia mai riuscito. Contro la Samb sarà dura, loro vogliono sono i tre punti, e noi dobbiamo stare concentrati al massimo, e, anche se può sembrare una frase fatta, dobbiamo pensare solo a questo confronto. Al Rimini ci penseremo da mercoledì, con la fame di riscattare una sconfitta, all'andata, che brucia ancora: dobbiamo fare tesoro degli errori per non commetterli più".

Playoff traguardo plausibile. Come dovrete arrivarci, considerando che sarà un mini dispendioso torneo a margine di un tosto campionato?
"Dobbiamo stare concentrati senza mai mollare perché, se li raggiungeremo, ai playoff sarà fondamentale avere ulteriori consapevolezze dei nostri mezzi. Abbiamo carte singole, e nelle gare secche, come quelle degli spareggi, sappiamo esperimerci al meglio, per come imponiamo il nostro gioco potremmo essere una mina vagante. Arrivare al meglio della condizione sarà importante".