INTERVISTA TC - Maurizi: "Rende e Rieti? Nessun contatto"

21.09.2019 17:00 di Sebastian Donzella Twitter:    Vedi letture
© foto di Prospero Scolpini/TuttoLegaPro.com
INTERVISTA TC - Maurizi: "Rende e Rieti? Nessun contatto"

Accostato a Rende e Rieti, il tecnico Agenore Maurizi è intervenuto a TuttoC.com per analizzare il proprio futuro e quello della Lega Pro.

Mister, quanto c'è di vero nei rumors di mercato degli ultimi giorni?
"Sono stato accostato a diverse panchine ma non ho avuto alcun contatto ufficiale con alcun club. Sono alla finestra, per ora guardo quattro partite a weekend. In questo momento, come tutti gli allenatori che non allenano, sto seguendo più o meno tutte le squadre".

Un anno fa la salvezza col Teramo.
"Son contento che tanti calciatori che ho allenato stanno facendo bene e spiace per chi ancora è senza squadra. Fiordaliso sta giocando titolare a Venezia, Proietti e Celli sono alla Ternana, Caidi e Sparacello al Picerno che non sarà blasonato ma ha una solida società, Di Grazia e Pacilli a Modena, Infantino a Carrara, Zecca a Cesena, qualcuno è rimasto a Teramo. Vuol dire che la squadra dell'anno scorso aveva dei valori".

Come vede il Girone A?
"Il Monza è nettamente favorito e sarebbe strano se non fosse così. Però dietro i brianzoli ci sono dei club molto interessanti. Renate e Alessandria stanno facendo bene anche se siamo ancora all'inizio. Vorrei vedere la Pergolettese un po' più su ma questo è più un desiderio personale. Albinoleffe, Arezzo e Pistoiese hanno organici per puntare ad alti livelli. La Juventus Under 23 costruisce molto, delle volte in alcuni situazioni di gara sono un po’ lunghi tra i reparti perché giocano con quattro attaccanti più Clemenza che crea tanto e difende un po’ meno. È molto bello vederli giocare perché rischiano molto, tanto è vero che quasi tutte le loro partite sono finite con gol loro e degli avversari e con molte occasioni da una parte e dall’altra".

E il Girone B?
"È equilibratissimo anche quest'anno. Se dici una cosa puoi tranquillamente essere smentito il giorno dopo. Sono rimasto sorpreso dalla partenza della Reggiana. Mister Alvini mi aveva ben impressionato con l'Albinoleffe da avversario nella passata stagione. E stanno risalendo la china organici importanti come Feralpisalò, Vicenza, Sambenedettese. E poi c'è anche il Carpi. Mi aspettavo un miglior inizio da parte del Modena e della Triestina: potrebbero fare di più. Sudtirol e Gubbio sono altri due team di valore che potranno salire presto in classifica".

Chiusura col Girone C.
"Ci sono squadre molto importanti ma occhio a Potenza e Avellino che stanno disputando un campionato pazzesco, al di sopra delle aspettative. Sta facendo molto bene anche il Picerno. Ma a mio avviso si giocheranno il campionato Catanzaro, Ternana, Catania, Reggina, Bari e Teramo. In questo girone ma anche negli altri vedo tante società ben organizzate e questo può essere più decisivo dell'avere un calciatore in più o in meno".