INTERVISTA TC - Piacenza, Della Latta: "Vogliamo e meritiamo la Serie B"

28.05.2019 06:00 di Claudia Marrone Twitter:    vedi letture
INTERVISTA TC - Piacenza, Della Latta: "Vogliamo e meritiamo la Serie B"
© foto di Francesco Inzitari/ILoveGiana

Tornerà in campo mercoledì il Piacenza, dopo un lungo stop di 25 giorni che seguono alla sconfitta di Siena, costata la promozione diretta in Serie B alla formazione di Franzini. Che ora è tra le squadre più attese in questi spareggi che portano comunque al sogno.
Un'analisi del momento che si vive in Emilia, è tracciata, ai microfoni di TuttoC.com, dal centrocampista biancorosso Simone Della Latta.

Un lunghissimo stop che sta per finire, i playoff sono alle porte: come sta il Piacenza?
“Quella subita a Siena è stata una bella batosta, l'obiettivo è sfumato per una manciata di secondi e questi 25 giorni di stop sono stati utili per metabolizzare quando accaduto, perché la delusione era davvero molto grande. La rabbia che abbiamo, adesso, dobbiamo metterla in campo, in questo periodo abbiamo ricaricato le pile e ora stiamo bene”.

Rovescio della medaglia: un periodo così lungo senza gare “vere”, non può essere controproducente?
“In queste gare particolari conta molto l'aspetto mentale, è chiaro che sono incognite ma molto dipende da quello che sarà l'approccio al primo match. A ogni modo credo che a noi abbia fatto bene, perché è stata dura digerire quella B sfumata per poco”.

Per vincere è ovvio che si deve battere tutte le squadre. Preferivate però un avversario diverso dall'Imolese?
“Ai playoff più che mai credo conti molto il fatto campo. Come squadra, l'Imolese gioca bene ed è davvero molto organizzata, un po' come noi, che abbiamo però dalla nostra una tifoseria più consistente che ci starà vicino come ha fatto finora: la distanza non proibitiva tra le città agevola anche la trasferta. Ma alla fine, un avversario valeva l'altro, vanno appunto battute tutte per centrare la promozione: non abbiamo paura di nessuno”.

Dopo lo scotto di Siena, il vero nemico del Piacenza può essere solo il Piacenza stesso?
“Non credo ci siano nemici. Nel girone di ritorno siamo stati forse anche al di sopra delle aspettative, abbiamo tenuto testa all'Entella che è una squadra costruita per la Serie B, dimostrando di avere tanti valori umani, non solo tecnici: la coesione del gruppo è fondamentale, e a noi non manca. Questi playoff sono un'altra soluzione per raggiungere il nostro obiettivo, e come tale dobbiamo viverla: la Serie B ce la meritiamo, faremo di tutto per prenderla”.