INTERVISTA TC - Pres Pergolettese: "Costretti a giocare. Onoreremo le vittime"

20.06.2020 19:30 di Antonino Sergi   Vedi letture
INTERVISTA TC - Pres Pergolettese: "Costretti a giocare. Onoreremo le vittime"

La Pergolettese ha più volte affermato pubblicamente il desiderio di non scendere più in campo dopo lo stop forzato per l'emergenza Coronavirus. Una società che purtroppo ha vissuto da vicino il dramma che ha colpito ormai tutto il mondo. Adesso i lombardi dovranno tornare in campo, si giocherà al Garilli e non al Voltini il playout contro la Pianese per conquistare la permanenza in Serie C. Per giunta è arrivato il forfait del tecnico Fiorenzo Albertini, in panchina al fianco di Piacentini è tornato Matteo Contini. Ai microfoni di TuttoC.com è intervenuto il presidente del club Massimiliano Marinelli in vista dello spareggio salvezza.

Presidente, alla fine si torna in campo. Come vede questi playout per la Pergolettese?
"Io ero contrario a far scendere la squadra in campo, ci hanno obbligato contro la nostra volontà. Siamo stati costretti a farlo, secondo me questi playoff e playout sono stati gestiti davvero male. O facciamo tutte le undici partite che mancano alla fine oppure si doveva cristallizzare il campionato e chiuderlo per pandemia. Mi hanno obbligato e sinceramente non volevo per rispetto dei morti di Crema e della società. Non ultimo il nostro allenatore Albertini è stato sostituito da Contini perché ha dei problemi di salute in conseguenza al Covid e comunque anche lui ha affrontato importanti lutti avendo perso la sorella e la suocera. Non era giusto far scendere in campo squadre come noi colpite così dal Coronavirus. Ne abbiamo preso atto, onoreremo le vittime giocandocela sul campo mantenendo la Serie C".