INTERVISTA TC - Pres V. Verona: "Ecco il mio fioretto in caso di playoff"

26.04.2021 23:30 di Sebastian Donzella Twitter:    Vedi letture
INTERVISTA TC - Pres V. Verona: "Ecco il mio fioretto in caso di playoff"
© foto di Ufficio Stampa Virtus Verona

La Virtus Verona è a un punto dai playoff. TuttoC.com ha intervistato il patron e allenatore Luigi Fresco dopo la vittoria in extremis con la Fermana.

Tre punti pesantissimi. Con una Fermana che ha preso due pali...
"Abbiamo giocato meglio della Fermana, soprattutto nel primo tempo. Noi abbiamo avuto quattro occasioni gigantesche , una con Cazzola e tre con De Marchi. Poi ne hanno avute due grosse loro, prendendo i due pali. È vero che la Fermana è andata a un passo dal gol, però prima c'erano state le occasioni nostre. Alla fine abbiamo meritato anche se potevamo pure perderla".

Grandi proteste dei gialloblù per la vostra rete nel recupero.
"Loro contestano un fallo di mano di Danti. A me risulta che fuori dall'area, se il braccio non è aperto e il tocco è causale, allora non è fallo. Il pallone gli è arrivato sul gomito che era a protezione del corpo. Poi l'arbitro ha fatto la sua valutazione e ha deciso di lasciar correre".

Una vittoria al termine di una settimana complicata per le vicende extra-calcio.
"I ragazzi sono stati molto bravi a isolarsi e a rimanere concentrati sulla partita. Non aggiungo altro. Hanno fatto piacere le tante telefonate di amicizia ricevute da altre società".

Un punto dal traguardo più grande della storia della Virtus Verona.
"Ora riposiamoci, bisogna recuperare le energie. Di fronte avremo il Modena che è già miglior quarta, permettendo così all'undicesima di fare i playoff. Forse farà un po' di turn-over ma la cosa potrebbe rivelarsi un boomerang perché tutta la loro rosa è forte e in vista dei playoff vorranno dimostrare di meritarsi una chance. Noi comunque pensiamo a vincere perché potremmo anche arrivare noni".

La promessa a TuttoC.com in caso di playoff...
"Ho già fatto il bagno nell'acqua gelida insieme a parte della squadra dopo la vittoria di ieri. Adesso, se arriviamo ai playoff, faccio il giro del lago di Garda in bicicletta".

Intanto a Imola c'è chi la imita: patron Spagnoli in panchina nelle ultime gare.
"Lorenzo prima di tutto è un amico. Insieme alla moglie si interessano molto della squadra. Ha le idee chiare, mi ha spiegato che la loro è una gestione collegiale. Con lui seduto insieme agli altri due tecnici, sono arrivate due vittorie in altrettante partite".

Lotta promozione. Chi vince?
"Il Perugia è nettamente avvantaggiato. Giocherà contro la Feralpisalò che è una bella squadra ma ha molti meno stimoli rispetto agli umbri. Padova e Sudtirol hanno sprecato le loro chances per il primo posto ma per i patavini ancora non è detta l'ultima parola".

Chiusura sul futuro. Che Serie C sarà?
"Speriamo migliore di questa dal punto di vista economico. Noi non abbiamo avuto problemi di sponsor ma di spettatori sì. Non solo ci sono mancati i nostri ma anche la percentuale sugli incassi quando giochi in grandi stadi. Senza contare i continui tamponi e le innumerevoli sanificazioni, abbiamo perso circa 3-400mila euro rispetto agli anni passati".