INTERVISTA TC - Pres V.Verona: "Bentivoglio ci voleva e ci ha rimesso"

13.01.2020 18:00 di Sebastian Donzella Twitter:    Vedi letture
Gigi Fresco
© foto di Flavio Mazzoleni
Gigi Fresco

Un colpo in mediana e una partita iniziata ieri e ancora da finire. Gigi Fresco, presidente e allenatore della Virtus Verona, interviene sugli ultimi accadimenti in casa rossoblù.

Iniziamo dall'ultimo arrivato: Simone Bentivoglio.
"La trattativa è stata facilissima: è un ragazzo molto umile e voleva venire volentieri da noi. Ci ha anche rimesso parecchio pur di venire qua da Siena. Ci conoscevamo già, è come se fosse un virtussino da sempre. Son contento perché acquisiamo ancora esperienza, migliorando quello che era già un bel mix di giocatori giovanissimi, esperti e di media età".

Torniamo a ieri e al match col Gubbio: dovrete scendere nuovamente in campo per una decina di minuti...
"Undici più sette da recuperare, per l'esattezza. Diciamo che quando si infortuna un arbitro in A e B subentra il quarto uomo. In C, invece, ti tocca rigiocare. Capisco che inviare una quaterna arbitrale anche in Lega Pro aumenterebbe i costi, però non sarebbe male poter permettere a uno dei due guardalinee di prendere il posto dell'arbitro. Poi, tornando al match, non mi sarebbe dispiaciuto giocare con le vecchie regole, avrei preferito che si rifacesse la partita da zero visto lo 0-1 per loro (ride NdR). Sarà un recupero strano: noi giocheremo con la serenità che è una partita persa e che si può solo migliorare. Ma, visto il tempo esiguo, non potremo perderne troppo per provare a segnare".

Anche con la sconfitta rimarreste in zona playoff.
"Per fortuna hanno perso tutte intorno a noi. Però vogliamo stare in alto perché le vinciamo tutte e non perché gli altri le perdono tutte (ride NdR). Intanto, però, pensiamo a salvarci in anticipo, per i playoff c'è tempo".

Torniamo al mercato: Magrassi e Odogwu pezzi pregiati.
"Abbiamo parlato con l'Entella e ci ha assicurato che Magrassi rimane fino a fine anno con noi. Odogwu è un giocatore importantissimo, direi decisivo. Ci vuole una contropartita adeguata o un'offerta interessante. Un club ci ha chiamato e abbiam spiegato quali sono le nostre richieste. Siamo in attesa di risposta ma se il ragazzo rimane da noi lo preferisco. Noi dobbiamo salvarci e una sua partenza potrebbe crearci problemi".

Nelle ultime due settimane di mercato vi muoverete ancora?
"Siamo a posto così, al massimo potrebbe arrivare una mezzala o un trequartista. Ma non è essenziale al momento".