INTERVISTA TC - Schwoch: "Difficile ripartire in Serie C"

22.05.2020 14:30 di Raffaella Bon   Vedi letture
Stefan Schwoch
© foto di Luigi Gasia/TuttoNocerina.com
Stefan Schwoch

L'ex bomber del Vicenza Stefan Schwoch è intervenuto ai microfoni di TuttoC.com per parlare della stagione della formazione berica e del campionato di Serie C che potrebbe riprendere dopo la presa di posizione del Consiglio Federale.

Che stagione è stata quella del Vicenza?
"La promozione sarebbe super meritata anche se potrebbe arrivare in un modo un po' strano. Dispiace non averla potuta festeggiare, magari lo faranno più avanti. La squadra si è comportata molto bene, non segnava tanto ma subiva poco riuscendo quasi sempre a portare a casa i tre punti. Quando hai alle spalle una società così organizzata le cose sono più facili, anche se vincere è sempre difficile, soprattutto se ti chiami Vicenza e giochi in Serie C".

La Serie C sarà in grado di ripartire?
"Sarà difficile ripartire in un campionato nel quale la presenza del medico durante la settimana non è obbligatoria. In Serie C non si è messi benissimo a livello di strutture, quasi nessuno può contare su un centro sportivo. La legge che li riteneva responsabili era sicuramente sbagliata e fortunatamente è stata corretta".

Che ne pensi della questione stipendi?
"Parlare del taglio degli stipendi è una cosa dovuta però è anche vero che i calciatori non sono l'unica componente di questo mondo. Sono quelli che ci guadagnano di più, ma perderebbero molto, specialmente quelli di Serie C se non si portasse a termine il campionato. In questa categoria si guadagna molto poco rispetto alle altre e sarebbe indubbiamente quella maggiormente penalizzata". 

Quale sarà il futuro del nostro calcio?
"Difficile dire ora cosa potrà succedere. Mi auguro e spero che il calcio possa tornare come era prima, ovvero uno sport di aggregazione e divertimento e che si possa tornare a tifare la propria squadra negli stadi la domenica, come se fosse un giorno di festa".