INTERVISTA TC - Tavanti: "Mago Merlino non esiste, Lucchese in crisi"

10.07.2018 17:10 di Claudia Marrone Twitter:   articolo letto 1863 volte
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com
INTERVISTA TC - Tavanti: "Mago Merlino non esiste, Lucchese in crisi"

Tra le criticità della Serie C c'è sicuramente la Lucchese, una tra le formazioni a rischio fallimento. Della situazione rossonera, i microfoni di TuttoC.com ne hanno parlato con l'esterno Christian Tavanti.

La Lucchese vicina al baratro. Ti aspettavi questa situazione?
“All'inizio no, io ho anche un altro anno di contratto e ho sempre dato la priorità alla società, rifiutando anche delle richieste importanti. E adesso mi ritrovo legato a loro, senza sapere con chi parlare per liberarmi. Situazioni assurde”.

Ma credi che ci siamo delle piccole speranze per salvare il salvabile?
“No, Mago Merlino non esiste, in due giorni nessuno può rimettere a posto le cose”.

Ci sono anche squadre in Serie B in difficoltà, è il calcio italiano a essere in crisi.
“Prima o poi sarebbe dovuto succedere, e appunto la crisi della Serie B è l'indice più grave. Il problema di fondo è che non si dovrebbe permettere di far fare calcio a chiunque, si dovrebbe vigilare maggiormente prima che succedano i disastri. E torno a ripetere: se la crisi si vede in B figuriamoci in C, dove praticamente non ci sono introiti ma solo spese”.

Però non si parla mai di riforma. Al massimo di Squadre B: sono una soluzione?
“Prima o poi si arriverà al punto in cui ci sono solo Squadre B e non più formazioni di C: se non cambia qualcosa andrà tutto a morire. Per contro, però, a squadre come Juventus, Milan, Inter, avere una squadra B non cambia niente, anzi, è un modo per osservare meglio i propri talenti e valorizzarli, magari anche con nuove entrate: per loro è un vantaggio”.