INTERVISTA TC - Valoti: "Casertana mercato top. Spero poi nel SudTirol"

14.09.2018 07:30 di Claudia Marrone Twitter:   articolo letto 1395 volte
© foto di Tommaso Sabino/TuttoLegaPro.com
INTERVISTA TC - Valoti: "Casertana mercato top. Spero poi nel SudTirol"

Navigato DS di C, con esperienze anche in Serie B, la più recente nello scorso campionato nella fila del Palermo, dove è approdato dopo l'addio al SudTirol: Aladino Valoti conosce bene il calcio italiano e i suoi meccanismi.
Per un punto della situazione in queste convulse giornate, i microfoni di TuttoC.com hanno contattato il direttore. 

Una tra le estati più complesse del calcio italiano: che idea si è fatto di questi tribolati mesi?
"La cosa che più ha dato fastidio è che si è arrivati a settembre senza che i vari campionati siano iniziati in contemporanea, come sarebbe dovuto invece accadere: questo non è normale, e da dispiacere. Ma del resti in Italia ci sono troppo difficoltà nella gestione delle Leghe che lavorano in modo scollegato, servirebbe un organo superiore a tutti che vada a vigilare: a ora ognuno detta i suoi tempo".

Quanto pesa il commissariamento della Federazione?
"Il commissariamento fa parte della confusione totale, ed è chiaro che non agevola niente".

La C è però, finalmente, ai nastri di partenza: chi vede favorito per la corsa alla Serie B?
"Ci sono tante formazioni che sulla carta sono indicate a fare bene, penso magari a Pisa, Alessandria, Viterbese, Feralpisalò che nel B è davvero la maggior candidata alla promozione, ma anche a Catania, Catanzaro e Casertana: e sicuramente ne dimentico qualcuna. Non si deve poi dimenticare delle outsider che la stagione regalerà. A ogni modo io spero che il SudTirol possa ripetere l'esaltante stagione passata".

Tanti nomi blasonati hanno deciso di scendere in terza serie: quale, secondo Lei, il miglior colpo di mercato?
"Venendo a mancare tante squadre a seguito dei tanti fallimenti dei club, è normale che anche la Serie C si sia lasciata tentare da nomi importanti che fanno gola a tutti. Credo che la Casertana abbia fatto un mercato al top, ma anche il colpo Caracciolo, messo a segno dalla Feralpisalò, non è cosa di poco conto".

L'attesa sentenza di Avellino, Como e Santarcangelo potrebbe ulteriormente cambiare gli equilibri delle categorie.
"Sono situazioni che non si presentano per la prima volta, e visto che la legge lo consente, è normale che una società giochi tutte le carte in proprio possesso. Il problema sono le tempistiche, non si può definire certe cose così tardivamente".