Anticipo 1^ Divisione, Catanzaro e Ascoli si dividono la posta in palio

Catanzaro-Ascoli 1-1
19.10.2013 08:45 di Daniela Critelli   Vedi letture
© foto di Salvatore Monteverde
Anticipo 1^ Divisione, Catanzaro e Ascoli si dividono la posta in palio

Finisce uno a uno fra Catanzaro e Ascoli in una gara sostanzialmente equilibrata, soprattutto nel secondo tempo, a tratti noiosa. Il match si apre con una bellissima coreografia dei tifosi nella  curva “Massimo Capraro” che festeggiano così i loro quarant’anni di tifo. Un trenino sommerso da bandierine giallorosse accoglie le due squadre in campo, a significare il grande amore che muove i supporters catanzaresi che, negli anni,  hanno macinato km per stare al fianco delle Aquile. Tornando al match Brevi manda in campo Vitiello, nonostante piccoli problemi avuti in settimana, e conferma Calvarse sulla destra dal primo minuto spostando Catacchini a sinistra, con Tortolano preferito a Martignago nel tridente offensivo. Pergolizzi risponde nlla mdiana con Pestrin, Capece e Scicchitano e  preferisce Vegnaduzzo a Malatesta, entrambi recuperati in settimana.

Primo tempo sostanzialmente equilibrato fra le due formazioni in campo, con l’Ascoli che parte meglio dei padroni di casa. Catanzaro che subisce il gol dopo sei minuti: ingenuità difensiva, non si capiscono Bindi e Catacchini, ne approfitta Falzerano che porta in vantaggio la formazione ospite. L’undici di Brevi reagisce, dopo la doccia fredda del gol subito, e al 13’ prova la conclusione con cross Vitiello per Rigione che manda la sfera di poco fuori. Il pareggio arriva sei minuti dopo: Benedetti raccoglie una palla ribattuta e dai 25 metri con una botta di sinistro trova la rete del pari. Al 23’ brivido per l’Ascoli:  Giacomini atterra Tortolano sulla trequarti, si presenta Russotto a battere la punizione cogliendo la traversa. L’ultimo quarto d’ora non regala grosse emozioni, solo nel finale Falzerano non arriva sul cross di Scicchitano. Un secondo tempo caratterizzato da un sostanziale equilibrio che non ha prodotto nessun brivido. Poche davvero le azioni da segnalare sia da un versante che dall’altro. Al 71’ ci prova Catacchini dalla distanza ma Russo è pronto e respinge. La squadra di Pergolizzi comcede poco ma non punge più di tanto e nella seconda frazione non i f vdee mi percolosamente dalle prti di  Bindi. Il Catanzaro dal canto suo non riesce ad impensierire più di tanto la formazione ospite e da segnalare al 76’ Benedetti che al volo spedisce di poco a lato e nel finale, al 91’, Casini prova la conclusione ma la palla è di poco fuori. Un pari che conferma il trend positivo esterno della formazione di Pergolizzi mentre per i giallorossi è il secondo pareggio consecutivo fra le mura amiche.

Catanzaro-Ascoli 1-1

CATANZARO (4-3-3): Bindi; Calvarese, Rigione, Ferraro, Catachini; Benedetti, Vitiello, Marchi (85’Casini); Russotto (70’ Fiore), Fioretti, Tortolano (56’ Martignago). All. Brevi. A disp.: Scuffia, Orchi, Sabatino,  Uliano.

 

ASCOLI (4-3-3):Russo; Di Gennaro, Bianchi, Schiavino, Giacomini; Capece, Pestrin; Scicchitano (49’ Colomba); Falzerano, Vegnaduzzo (70’ Malatesta), Tripoli. All.: Pergolizzi. A disp.:Pazzagli, Rosania, Gandilli, Randall, Storani.

Marcatori: 6’ Falzerano (AS); 19’ Benedetti (CZ);

Arbitro: Juan Luca Sacchi di Macerata (assistenti Alessandro Vigo di Acireale e Vittorio Emanuele Saia di Palermo).

Note: serata umida ma piacevole, terreno in discrete condizioni. Spettatori 4584 di cui 1822 abbonati. Presente anche una sparuta rappresentanza ospite. Ammoniti: 13’ Scicchitano (AS),  79’ Capece (S), 86’ Vegnaduzzo (AS); Angoli: 5-2; Recupero:  0’pt, 3’ st.