Matera, c'è un nuovo ricorso sui ripescaggi

24.08.2015 11:00 di Valeria DEBBIA   Vedi letture
© foto di Emanuele Taccardi
Matera, c'è un nuovo ricorso sui ripescaggi

Il Collegio di Garanzia ha ricevuto un nuovo ricorso dalla società Matera Calcio s.r.l. contro la Federazione Italiana Giuoco Calcio e la Lega Nazionale Professionisti Serie B e nei confronti della società Ascoli Picchio F.C. 1898 S.p.A. per l'annullamento del decreto del Presidente F.I.G.C. e/o del Presidente della Lega Nazionale Professionisti Serie B (di cui la ricorrente sostiene di non conoscere data e numero e che, secondo la società istante, non potrà essere depositato), con cui la società Ascoli è stata ammessa al Campionato di Serie B per l'anno calcistico 2015/2016, in applicazione della delibera del Consiglio Federale FIGC del 17 luglio 2015, già impugnata, nonché del diniego implicito, ovvero dell'omesso esame della domanda del Matera Calcio di ammissione al Campionato di Serie B, presentato in data 18 agosto 2015.

La società ricorre, anche, a titolo confermativo del ricorso già presentato, per l'annullamento della deliberazione del Consiglio Federale FIGC del 17 luglio 2015 – con cui si sono stabiliti nuovi criteri (rispetto alla delibera emanata dalla medesima Autorità in data 30 giugno 2015) per la sostituzione di società che non parteciperanno al campionato di loro competenza per la stagione sportiva 2015/2016, a seguito di decisioni degli organi di giustizia sportiva.

La società ricorrente chiede di affermare l'obbligo della FIGC di attenersi, nella definizione dei criteri di sostituzione per i posti vacanti nel campionato di serie B 2015/2016, ai criteri di merito stabiliti dal consiglio federale del 30 giugno 2015 e di dichiarare la squadra del Matera prevalente sull'Ascoli e su qualsiasi altra squadra avente merito sportivo di titolo inferiore ai fini dell'ammissione in Serie B.