Alessandria, Corda: "A gennaio interverremo. Mi aspetto di più dagli esperti"

05.12.2023 21:00 di Dario Lo Cascio Twitter:    vedi letture
Alessandria, Corda: "A gennaio interverremo. Mi aspetto di più dagli esperti"
TMW/TuttoC.com
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com

Ninni Corda, direttore dell'area tecnica dell'Alessandria, ha fatto il punto sui grigi. Queste le parole evidenziate da radiogold.it: "Sicuramente il momento è negativo, la squadra sta soffrendo dall’inizio del campionato. C’è stato un momento dove si è un po’ ripresa ma poi è tornata in sofferenza. Non è stata costruita bene, a gennaio ci saranno dei cambi da fare. Ora dobbiamo stringere i denti per vedere in queste ultime tre partite del 2023 chi effettivamente è da Alessandria. Giocare qui non è come farlo in altre piazze. I giocatori devono dimostrare tante cose, soprattutto quelli più esperti che stanno un po’ mancando in questo momento. Da loro voglio risposte importanti. Sono soddisfatto rispetto alle prestazioni dei giovani, nonostante tutto, non lo sono rispetto a quelle dei giocatori di esperienza. Manca qualcosa dal punto di vista caratteriale da parte loro, devono lottare di più. A loro l’ho detto chiaramente, mi aspetto delle risposte in queste tre settimane". 

"Queste tre partite serviranno proprio a mostrare la gente che lotta. Poi si può anche perdere ma l’atteggiamento visto domenica non è stato bello. Devo però sottolineare che l’arbitraggio è stato totalmente negativo: c’è stato un episodio chiave al 64^, un fallo di mano netto sul tiro di Siafa. Quello avrebbe cambiato tutto: il Fiorenzuola sarebbe rimasto in dieci e noi avremmo avuto un rigore. Ci auguriamo che ci sia più rispetto per l’Alessandria"

"Sono sicuro che ci salveremo e che il mister darà un grande contributo e una grande mano. Insieme a lui poi vedremo dopo Natale chi merita di stare ad Alessandria. Non siamo una società che si fa condizionare dai contratti in essere. Quando mi salvai ad Alghero senza neanche fare i playout avevo cambiato a gennaio 14 giocatori, e la situazione era più disperata. Sono pronto a fare la stessa cosa, non è un problema."

"Ciancio si è allineato totalmente a quella che è la mia mentalità. È naturale che non è facile anche per lui cercare di trasmetterla agli altri. Ci confrontiamo su tutto, anche perché lui in futuro vorrà fare il direttore sportivo. Stiamo parlando di un ragazzo intelligentissimo e sono sicuro che questo lo aiuterà molto per il futuro a breve termine. In questo momento siamo tutti concentrati per salvare l’Alessandria. Siamo tutti super uniti da questo punto di vista".