FOCUS TC - Serie C, 12^ giornata: la Top 11 del Girone A

Modulo 4-2-4
24.11.2020 06:00 di Marco Pieracci   Vedi letture
Aimo Diana
TMW/TuttoC.com
Aimo Diana

Il Renate approfitta del passo falso della Pro Vercelli per riportarsi al comando del girone A con 2 lunghezze di vantaggio ma una gara in più rispetto ai piemontesi. Restano in scia Lecco e Carrarese. In coda continua la crisi di Olbia, Lucchese e Pistoiese mentre la Giana ottiene una vittoria preziosa. Ecco la Top 11 della 12^ giornata di TuttoC.com.

PORTIERE

Marco Pissardo (Lecco): servono i suoi guantoni per respingere l’assalto finale della Pergolettese. Blinda la vittoria con due interventi provvidenziali nel finale.

DIFENSORI

Federico Valietti (Carrarese): la catena di destra con Caccavallo funziona che è una meraviglia. Più ala che terzino, sostiene la manovra offensiva con continue sovrapposizioni.

Simone Bonalumi (Giana): dieci gol incassati in tre gare, stavolta invece la squadra di Albè chiude con la porta inviolata. Merito anche dell’ottima prova in marcatura del centrale.

Matteo Solini (Como): concede il bis dopo la rete da tre punti realizzata con la Pro Patria, confermando tutta la sua pericolosità quando si porta in avanti per saltare.

Leonardo Galli (Pro Patria): bene nelle due fasi, appena può cerca lo spazio per inserirsi senza palla punendo la distratta difesa granata con un bel taglio in verticale.

CENTROCAMPISTI

Giovanni Foresta (Carrarese): uomo ovunque del centrocampo azzurro, insieme a Luci forma una coppia già ben affiatata. Quantità e qualità, sblocca il risultato di testa.

Armand Rada (Renate): match winner, sceglie un modo non banale per segnare il suo primo gol tra i professionisti. Pregevole il tocco morbido con il quale scavalca Pisseri.

ATTACCANTI
Giuseppe Caccavallo (Carrarese):
se è in giornata è praticamente impossibile arginarlo. Dispensa giocate di alta qualità, regalando un assist delizioso per il tacco vincente di Infantino.

Alessandro De Respinis (Pro Sesto): al rientro dall’infortunio, entra nella ripresa e nel giro di tre minuti manda al tappeto la Pro Vercelli con un micidiale uno due.

Elia Petrelli (Juventus U23): sotto gli occhi di Pirlo e Nedved mostra tutto il suo potenziale. Si porta a casa il pallone, trascinando la formazione bianconera al successo.

Francesco Galuppini (Renate): ancora un gioiello, su calcio di punizione, incastonato in una prestazione maiuscola. Re Mida, ogni pallone che tocca diventa oro.

ALLENATORE

Aimo Diana (Renate): quarta vittoria consecutiva e vetta riconquistata. Che sia bravo non lo si scopre certo ora. Ciò che impressiona maggiormente è la consapevolezza che è riuscito a trasmettere al gruppo. Un giocattolo quasi perfetto dove tutti si sacrificano per un obiettivo comune.