Piacenza-Giana Erminio, una partita a scacchi: le probabili formazioni

24.10.2021 10:30 di Gabriele De Bartolo   vedi letture
Scazzola, all. Piacenza
TMW/TuttoC.com
Scazzola, all. Piacenza
© foto di Valeria Debbia

Due squadre in crisi di risultati ed alla ricerca dei tre punti per una prima svolta stagionale. Questo lo scenario che presenta il match tra Piacenza e Giana Erminio, oggi previsto sul manto del Garilli alle 14:30. Padroni di casa che sono reduci dalle due sconfitte di fila contro Pro Sesto e Sudtirol: non esattamente formazioni facili da affrontare. Soprattutto gli alto atesini, che hanno imposto il loro gioco senza soffrire troppo quello del Piacenza. Per mister Scazzola la giornata di oggi è un'occasione per pretendere dai suoi una reazione d'orgoglio e mostrare più combattività in campo, visto l'avversario apparentemente più abbordabile. Apparentemente, perchè la Giana è, a dispetto dei 9 punti sin qui raccolti (uno in più dei biancorossi), una formazione decisamente ostica, che ha subìto poche reti fino a questo punto della competizione (otto, seconda miglior difesa dopo il Sudtirol) e che è stata capace, grazie alla sua caparbietà, di mettere il bastone tra le ruote ad alcune corazzate come la Juventus under 23 e gli stessi alto atesini. Anche i ragazzi della Marchesana provengono da una sconfitta, dopo il 2-1 al Silvio Piola contro la Pro Vercelli. Per mister Brevi si tratta però di un'occasione importante per spingere i suoi alla reazione e provare ad ottenere quei tre punti importanti non tanto in termini di classifica quanto di prestanza psicologica. La corsa alla salvezza entra nel vivo e passa da questo primo crocevia. Entrambe le compagini sono reduci da un filotto di gare giocate a distanza ravvicinata e questo elemento sicuramente sarà decisivo, coi due mister pronti a mostrare alcune novità per cercare di sorprendere l'avversario. Vediamo come si presentano all'appuntamento.


QUI PIACENZA - Squalificato Armini, torna invece a disposizione Cesarini dopo avere scontato una giornata. A parte la parentesi inerente il difensore, la squadra è a totale disposizione del mister che deve anzitutto scegliere un undici adeguato all'appuntamento, con l'idea di effettuare un po' di turn over per fare rifiatare i più stanchi. Nel trio arretrato a giocare con Tafa dovrebbero essere Codromaz e Marchi (lui o eventualmente Nava). In mezzo al campo ballottaggio sulla mediana tra Suljic e Marino mentre quasi certamente partirà dal primo minuto Corbari, al posto di uno tra Bobb e De Grazia. Sulla fascia Gonzi potrebbe configurare una formazione biancorossa più offensiva e questa è un'alternativa che può essere presa in considerazione. Davanti torna il numero 10, come detto di rientro dalla squalifica, accanto a Dubickas.

QUI GIANA ERMINIO - Biancazzurri che dovrebbero provare a scendere in campo con qualche cambiamento rispetto al match con la Pro Vercelli. In difesa torna Magli, che giocherà con Bonalumi e Gulinelli. Dopo l'infortunio rimediato nella partita con la Pro Vercelli, Perico è indisponibile: sulla fascia destra ecco dunque Caferri. A centrocampo i problemi maggiori con diverse defezioni ed un terzetto, quello composto da Acella, Cazzola e Ferrari, che necessita di recuperare fiato. Palazzolo è al rientro da un infortunio e verrà valutato fino agli ultimi minuti prima del match. Sulla sinistra giocherà invece regolarmente Colombini. In attacco accanto a Tremolada è ballottaggio tra D'Ausilio e Perna, anch'egli di rientro da un infortunio e sotto valutazioni in sede di rifinitura. 

PIACENZA (3-5-2): Pratelli, Tafa, Codromaz, Marchi; Gonzi, Corbari, De Grazia, Suljic, Giordano; Dubickas, Cesarini. All. Scazzola

GIANA ERMINIO (3-5-2): Zanellati, Magli, Bonalumi, Gulinelli; Caferri, Acella, Ferrari, Cazzola, Colombini; Tremolada, D'Ausilio.

Arbitro: Matteo Canci di Carrara (Pilleri/Picciche'/Andeng Tona Mbei)