Renate-Alessandria, nel cuore del playoff. Le probabili formazioni

18.01.2020 12:10 di Francesco Moscatelli   Vedi letture
Prima casalinga del nuovo anno
© foto di Jacopo Duranti/TuttoLegaPro.com
Prima casalinga del nuovo anno

Stava quasi diventando un piccolo classico. Un po' perché l'Alessandria porta sempre a Meda un blasone (che non sarebbe giustificato appieno da chissà quale recente passato, ma comunque c'è ed è innegabile) non facilmente replicabile da altre squadre, un po' perché i confronti tra i brianzoli e piemontesi non sono mai banali. Una striscia interrotta dal trasloco del Renate nel raggruppamento nord-orientale che ha portato le due squadre su rette parallele per un biennio, prima del ritorno in qualche modo a casa da parte delle "pantere" nerazzurre. Il tempo è passato, Renate e Alessandria (questi ultimi in particolare) hanno conosciuto i loro alti e bassi, ma resta la sensazione di una partita sempre complicata per la compagine guidata da patron Spreafico. Primo stop, alla terza di andata al "Moccagatta", a frenare un Renate partito in tromba: niente da fare di grigio a Meda c'è già troppo spesso il cielo (e pure la tangenziale è grigia), ulteriore grigio è spesso indigesto da queste parti. Nei quattordici precedenti, il 50% è costituito da vittorie piemontesi e solo due sono le vittorie nerazzurre, l'ultima peraltro risalente al 2014. Nell'ultima recita nell'impianto brianzolo -fine 2016, giorno dell'Immaccolata- fu invece 1-1. Toh, segno Teso (oltre a Cazzola), proprio la colonna difensiva che ha lasciato (forse solo momentaneamente) la Brianza non più tardi di mercoledì. Di quel Renate (dei Cincilla, dei Marzeglia e dei Napoli) c'è ora solo Anghileri (oggi squalificato). Era solo ieri, ed è già storia.    

QUI RENATE - "Sfortunata" è stato l'aggettivo più frequente nei titoli post-Pontedera. Una trasferta sfortunata, ma anche dispendiosa in termini di uomini. Squalificati Baniya e Anghileri (giunti entrambi al quinto cartellino giallo), tutto dipenderà dalla valutazione dello stato fisico di Damonte (solo 13 i minuti giocati in Toscana prima dell'uscita anzitempo). Qualora l'ex-Albissola e Samb riuscisse a recuperare, avanti con un il 3-5-2 che vedrebbe l'inserimento di Magli. Senza il mediano riadattato difensore, c'è poco da inventarsi, anche perché la cessione di Teso accorcia ulteriormente la lista dei disponibili lì dietro: in quel caso, semaforo verde ad un reparto arretrato a quattro. Così Guglielmotti da una parte e Pizzul sulla mancina (seconda partita consecutiva da titolare per il triestino) dovrebbero iniziare l'azione qualche metro prima rispetto al consueto, mentre sarà da capire come il tecnico bresciano vorrà impostare il reparto d'attacco: Due mezze punte (Galuppini e Grbac) dietro a Plescia è una soluzione sul tavolo già vista in altre occasioni (vedi Vercelli), con Sorrentino eventuale alternativa al siciliano dopo i primi 14 minuti in nerazzurro sei giorni fa. "Non dispiacere per gli squalificati ma attesa di vedere all'opera chi ha dunque l'occasione per farsi valere" Diana dixit a bocce ferme nella malinconica serata toscana. Trovare il buono in ogni situazione, anche nel passaggio più complicato. Perché gli schemi sono importanti, ma le parole, quelle giuste, ancora di più.  

QUI ALESSANDRIA - Check-in fatto, maglia fresca di stiro ritirata e già corredata di numero. Numeri sensati, non c'è un "48" o un "72" che rimandano a intime convergenze astrali. Così Eleuteri ci ricorda come il terzino destro abbia avuto nel calcio romantico il "2", mentre il "10" di Di Quinzio (ex Como e Pisa) non sarebbe proprio tipico della mezzala ma ci può anche stare, soprattutto in considerazione di un recente passato nei panni del trequartista. Proprio il duttile centrocampista milanese dovrebbe essere la novità più rilevante proposta da Scazzola fin dal primo minuto, a irrobustire un centrocampo che conta un Suljic non al meglio per i postumi di un'influenza. Cosenza torna dalla squalifica e dovrebbe riprendere posto nel reparto davanti a Valentini, mentre le speranze dell'artiglieria sono affidate ad Eusepi e Arrighini. Sì, proprio lui, quello del tap-in vincente al minuto 52, in quel pomeriggio italiano vestito a festa. Rosso Ferrari.

Ecco le probabili formazioni che si affronteranno nel match che TuttoC.com seguirà LIVE a partire dalle ore 14.40:

Renate (4-3-2-1): Satalino; Guglielmotti, Magli, Possenti, Pizzul; Kabashi, Ranieri, Rada; Grbac, Galuppini; Plescia. A disp.: Stucchi, Militari, Pelle, Sorrentino, Marchetti, Damonte, De Sena. All.: Diana

Alessandria (4-3-3): Valentini; Sciacca, Dossena, Cosenza, Celia; Casarini, Castellano, Di Quinzio; Arrighini, Eusepi, Sartore. A disp.: Marietta, Crisanto, Eleuteri, Gilli, Gerace, Gazzi, Gjura, Prestia, Suljic, M’Hamsi, Filip. All.: Scazzola

Arbitro: Sig. Davide Moriconi di Roma 2 (collaboratori Mauro Dell'Olio di Molfetta e Pierluigi De Chirico di Barletta)