Robur Siena, Dal Canto: "Sono partite da giocare con sangue freddo"

04.07.2020 17:00 di Giacomo Principato   Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Robur Siena, Dal Canto: "Sono partite da giocare con sangue freddo"

Alessandro Dal Canto, allenatore della Robur Siena, ha presentato la sfida di playoff tra l'Alessandria e i bianconeri in programma domani sera in casa dei piemontesi: “Stiamo discretamente bene sia dal punto di vista mentale che da quello fisico, veniamo come tutti da tre mesi e mezzo di inattività, sono contento pero’ dei 25 giorni di preparazione che abbiamo fatto. Il problema è stata la gestione di 27 giocatori che è come se fossero arrivati da un infortunio grave, per il periodo di inattività che c’è stato, come tutte le squadre naturalmente. E’ una situazione anomala, mai vissuta, la condizione tornerà, c’è anche l’anomalia del periodo in cui giochiamo perchè non siamo nemmeno abituati a giocare a luglio, può darsi che le partite non abbiano un’intensità spaziale e può darsi che vengano risolte spesso nei minuti finali. Recupero Guberti rispetto a quando ci siamo fermati, è in buone condizioni, e i giocatori che sono arrivati a gennaio si sono appaiati agli altri. Incontriamo una delle accreditate ad arrivare fino in fondo, l’Alessandria si è rinforzata molto nel mercato invernale, sappiamo che dobbiamo vincere ma le partite durano 95 minuti e non vedo la necessità di andare subito all’arma bianca soprattutto in un momento dove la condizione fisica è un’incognita per tutti. Dobbiamo fare quello che siamo abituati a fare, sono partite da giocare con sangue freddo. Inizieremo con i giocatori che reputo più affidabili dal punto di vista tecnico e fisico, dobbiamo tentare di far valere il palleggio, affrontiamo una squadra forte per lo meno come noi, ci sarà equilibrio e secondo me non ci sarà un predominio netto da parte di una squadra. Sono contento di avere i cinque cambi perchè ho a disposizione una rosa che in tanti ruoli si equivale negli interpreti. Siamo contenti di giocarci una grande possibilità, abbiamo 1/27esimo di possibilità di arrivare fino in fondo e ce la giochiamo”.