Top & Flop di Renate-Olbia

22.09.2019 18:11 di Stefano Scarpetti   Vedi letture
Kabashi Top Renate
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com
Kabashi Top Renate

Si è chiusa la gara fra Renate ed Olbia, giocata al "Città di Meda" valida per la 5^ giornata del girone A di serie C: 2-0 il punteggio finale. Risultato che consente alla formazione nerazzurra di issarsi al secondo posto (cogliendo la terza vittoria consecutiva interna), mentre per i sardi arriva la terza sconfitta consecutiva.  In cronaca il primo tempo è stato caratterizzato da molto equilibrio, le due squadre faticavano ad esprimere gioco finendo per annullarsi: al 4' Ogunseye di testa spedisce alto, rispondono i padroni di casa con la rovesciata di Maritato sul fondo. Nella ripresa gli ingressi di Guglielmotti e Kabashi danno linfa alla manovra della formazione di Aimo Diana (sostituito da Adamo a causa della squalifica), lo sgusciante Galuppini prima obbliga Van der Vant ad una impegnativa deviazione poi ispira proprio Guglielmotti con un cross al "bacio" raccolta dalla spettacolare rovesciata del compagno. La risposta sarda è tutta in un sinistro a botta sicura di Della Bernardina respinta da Satalino. I nerazzurri sfiorano il raddoppio con un radente di Kabashi, il quale chiude i conti con un destro ad incrociare da posizione defilata. Ecco i migliori e i peggiori del confronto

TOP

Kabashi (Renate): il suo ingresso cambia radicalmente gli equilibri della gara. Conferisce equilibrio e maggiore incisività alla manovra nerazzurra, ispira e conclude obbligando la retroguardia avversaria a rintanarsi. Mette la ciliegina sulla torta su una prestazione davvero autorevole è il gol del 2-0, sinistro ad incrociare da posizione defilata, a testimonianza delle sue qualità innate. FANTASIA AL POTERE

Pitzalis (Olbia): uno dei più continui della formazione sarda, si propone con discreta continuità nella sua zona di competenza dialogando con i compagni, mettendo qualche cross interessante. Uno dei pochi a distinguersi anche nella ripresa, quando i galuresi soffrono la maggior spinta e il salto di qualità dei nerazzurri. VOLITIVO

FLOP

Nessuno nel Renate: prestazione che rasenta la perfezione quella dei nerazzurri, attenzione nel primo tempo senza concedere spazi attaccando con raziocinio, poi il cambio di passo nella ripresa mettendo Ko come un pugile la compagine avversaria. Squadra davvero interessante quella di Diana, capace di pungere, allo stesso tempo equiibrata e solidi. AD MAIORA

Doratiotto (Olbia): praticamente impalpabile l'attaccante dei sardi, la promessa del Cagliari non riesce mai ad entrare in partita facendosi sistematicamente anticipare dagli avversari. LA SERIE C E' TUTTA UN'ALTRA COSA