Top & Flop di Triestina-Atalanta U23

03.04.2024 18:40 di Davide Baglivo   vedi letture
Pavlev Top Triestina
TMW/TuttoC.com
Pavlev Top Triestina
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Dopo Mantova-Atalanta U23, altro bello spot per la Serie C Now allo stadio "Omero Tognon" dove i padroni di casa della Triestina e i nerazzurri hanno pareggiato al termine di una sfida vivace e giocata veramente ad un bel ritmo. Il primo tempo, nonostante gli zero gol segnati, è stato molto divertente con le due squadre che hanno avuto a testa almeno una grande occasione per portarsi in vantaggio: la prima capita sulla testa di Lescano che da ottima posizione manda alto sopra la traversa mentre successivamente è Diao, a tu per tu con Matosevic, a farsi ipnotizzare dal portiere sloveno. I portieri continuano a rendersi protagonisti anche nel finale di prima frazione disinnescando le conclusione di Moretti e Capone. Nella ripresa, anche questa bella dinamica, i cambi svoltano la gara della Triestina che trova il gol del vantaggio con una meravigliosa conclusione al volo di Pavlev che non lascia scampo a Vismara questa volta. L'Atalanta U23 non ci sta e, sempre con un subentrato, trova il pari con Vlahovic che grazie ad una deviazione da rapace d'area di rigore fissa il punteggio sull'1-1 finale. Qualche dubbio sulla posizione del giocatore serbo al momento dell'assist involotario in rovesciata di Ceresoli ma la bandierina dell'assistente è rimasta giù. La classifica di entrambe le formazioni non cambia più di tanto: la Triestina rimane al terzo posto con 60 punti mentre all'Atalanta U23 non riesce il sorpasso ai danni del Legnago quinto e sale a quota 52.

TOP:

Pavlev e i cambi (Triestina): Nel momento di maggiore difficoltà mister Bordin cambia le carte in campo inserendo dalla panchina il terzino sloveno che due minuti dopo il suo ingresso in campo segna un gol bellissimo. DETERMINATO 

Capone (Atalanta U23): Anche i nerazzurri trovano il gol con un giocatore entrato dalla panchina ma nella formazione ospite è giusto premiare il numero 10 presente in praticamente tutte le occasioni più pericolose della propria squadra. COSTANTE 

FLOP:

Lescano (Triestina): Bocciatura? Ovviamente no ma il numero 10 ha sulla testa l'occasione per sbloccare il match ma pecca di killer instinct nella circostanza. IMPRECISO 

Diao (Atalanta U23): Stesso discorso anche per il giovane attaccante spagnolo il cui mancino viene parato in maniera reattiva da Matosevic. Si vede comunque meno rispetto al collega avversario. COME SOPRA