Ds Modena: "Le voci sul cambio di proprietà possono distrarre"

14.05.2021 20:10 di Marco Pieracci   Vedi letture
Ds Modena: "Le voci sul cambio di proprietà possono distrarre"
TMW/TuttoC.com
© foto di Dario Raimondi

Il direttore sportivo del Modena Luca Matteassi è intervenuto a TMW per parlare del finale di stagione che attende la formazione emiliana qualificatasi per i playoff come migliore quarta: "Non mi piace dare voti ma senza subbio la nostra è stata una stagione positiva. Dovevamo competere con le big del girone, il più competitivo dei tre, e ci siamo riusciti. Sarebbe stato meglio centrare qualche pareggio in più negli scontri diretti o qualche vittoria nelle sfide contro quelle formazioni sulla carta più deboli. Ma se siamo arrivati al quarto posto vuol dire che lo meritavamo. Ci può essere un po’ di dispiacere per qualche momento ma il nostro campionato rimane ottimo. Se arrivi a giocarsi la fase finale di questa competizione vuol dire che sei una squadra importante e pericolosa. Il nostro unico pensiero è arrivare fisicamente pronti a questo appuntamento. Siamo una squadra ordinata, che fa buon calcio, ed è per questo che abbiamo bisogno di essere pronti a livello atletico. Poi c’è chi preferisce entrare dopo in gioco per riposarsi di più dopo la stagione regolare e chi, invece, è contento di giocare il prima possibile. Molto dipende dalla condizione fisica con la quale termini il campionato. Se stai bene puoi anche pensare di giocare subito, altrimenti un po’ di riposo e un po’ di preparazione non guasta".

Matteassi ha parlato anche delle voci su un cambio di proprietà: "Io sono un dipendente e, dunque, quello che so arriva dalle notizie che leggo sulla stampa. Compreso il nome di chi dovrebbe sostituirei e quello di chi dovrebbe prendere la titolarità della panchina. Da direttore sportivo del Modena penso solo a compattare la squadra in vista dei playoff. Certe notizie non possono far altro che distrarla dall’appuntamento in programma e avrei decisamente preferito che venissero fuori a campionato terminato”.

Su Mignani: "Se non dovesse rimanere a Modena sarà perché io non sarò più qui e magari la nuova proprietà, qualora ci fosse davvero, prenderà decisioni differenti. Se tutto questo dovesse concretizzarsi mi auguro che qualcuno gli dia modo di misurarsi con la Serie B. Si tratta di una grande persona oltre che di un grande allenatore. Io sono un tesserato del Modena e finché non avrò comunicazioni ufficiali rimarrò tale".

Infine sul suo futuro: "Ci tengo anche a precisare che nei giorni scorsi sono emersi i nomi di società interessate al sottoscritto, ma io non ho avuto alcun tipo di contatto finora. Io sono a Modena e spero di rimanere. Di sicuro, nonostante l’anno di contratto che ancora ho con questo club, se dovesse esserci un cambiamento, non rimarrò seduto sul divano. Amo il mio lavoro e voglio continuare a farlo”.