Fano, la segretaria Ghilardi: "Ad Albino situazione gravissima"

27.03.2020 21:15 di Matteo Ferri   Vedi letture
© foto di Antonio Abbate/TuttoLegaPro.com
Fano, la segretaria Ghilardi: "Ad Albino situazione gravissima"

Originaria di Albino, uno dei comuni lombardi maggiormente colpiti dall'emergenza Coronavirus, la segretaria del Fano, Marcella Ghilardi, ha raccontato la situazione nelle sue zone nonostante abbia deciso di rimanere nel capoluogo marchigiano in osservanza alle normative governative: "La situazione è molto grave: su 17.000 abitanti ci sono state nell’ultimo mese 120 perdite, pari a 6 volte i decessi dello scorso anno. Albino, tra l’altro, è limitrofa a Nembro, il comune bergamasco più colpito dal Covid-19 in rapporto alla popolazione. Motivo per il quale la mia famiglia è barricata in casa da oltre tre settimane, senza alcun tipo di contatto con l’esterno se non per recarsi in farmacia. Il cibo viene portato loro a casa ed ogni alimento viene accuratamente disinfettato prima che tocchi il frigorifero. E’ un contesto lancinante: mancano le bombole di ossigeno, non ci sono più posti letto, mascherine e guanti. Molti nostri amici o loro genitori sono in terapia intensiva ed il timore di ricevere una chiamata sgradita è sempre dietro l’angolo. Cerco di trascorrere le giornate videochiamando i miei, assicurandomi che tutto proceda per il meglio e sperando che non abbiano la febbre o avvertano i sintomi del Covid-19. Sono in continuo contatto con mio fratello che ha la moglie incinta e a breve dovrà partorire in una sezione dedicata all’ostetricia di un nosocomio diverso da quello inizialmente designato. Uno stravolgimento dovuto all’elevato numero di casi virali che hanno costretto la sanità lombarda a riorganizzare i distretti sanitari. E’ una situazione difficile, la lontananza alimenta ansia e preoccupazioni; non poter stare loro accanto per abbracciarli, scambiare una chiacchiera, condividere un momento bello della giornata è straziante. Ma comprendo di non essere la sola a viverla, tutta l’Italia è nelle mie stesse condizioni. Quando tutto questo sarà finito, torneremo a riassaporare l’essenza di un bacio o di un abbraccio".