Fermana, Ginestra e i sei rigori parati: "Che gioia, io come Handanovic"

02.03.2021 10:10 di Valeria Debbia Twitter:    Vedi letture
Paolo Ginestra
TMW/TuttoC.com
Paolo Ginestra
© foto di Uff. Stampa Fermana

Continua l'eco dei due rigori parati contro il Carpi di Paolo Ginestra, portiere della Fermana, che si è portato ad un totale di sei nel corso della stagione. L'estremo difensore si è raccontato ai colleghi di gazzetta.it: “Esordii in C2 da giovanissimo con il Fano nel 1997, mi voleva la Juventus ma firmai per il Milan, avevo dato la parola a Braida. Chissà, se fossi andato alla Juve… Poi mi ruppi la caviglia, persi quasi due anni. Firmai anche per l’Inter ma la chance non arrivò mai, nemmeno quella di rimanere come terzo. Soltanto prestiti in C, Sassuolo, Vis Pesaro. Prima era diverso, i portieri vecchi giocavano fino a 40 anni e per trovare spazio, anche in C, dovevi essere forte. Guardo la mia carriera e sono comunque contento, anche se ho solo assaporato il grande calcio. Ora gioisco per questo piccolo record dei sei rigori parati con la Fermana in questo campionato. Ho eguagliato Handanovic, che ne parò altrettanti in A con l’Udinese”. Inevitabile parlare del futuro, visto che la carta di identità recita 42 primavere: “Prima dei 45 anni non smetterò. Ringrazio la Fermana che da 4 anni mi sta dando fiducia in C, senza i direttori Fabio Massimo Conti e Massimo Andreatini non sarei qui. Abbiamo un patron come Maurizio Vecchiola che mantiene i suoi impegni, non promette cose faraoniche ma quel che dice fa. Non capita mica dappertutto…”.